scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti, scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani - scrivici

 scrivi

             chi siamo

sabato 20 luglio 2013

           

                                                                                             percorsi

Intorno a Fontana di Trevi

Davanti a tanta acqua è difficile pensare che ci possano essere altre fontane e invece proprio in questi paraggi, nel giro di pochi metri, ci sono ben cinque fontanelle; per l precisione quattro nasoni e una fontanella fatta di due cannelle che versano acqua in una semplicissima vasca rettangolare, questa addirittura proprio ad un angolo della piazza della grande, magnifica fontana di Trevi ed è legata ad una tradizione molto romantica e poco conosciuta. Si chiama "fontanina degli innamorati" perchè, mentre chi vuole tornare a Roma lancia un soldino nella fontana grande, l'innamorato che beve da un bicchiere mai usato prima portato dall'innamorata l'acqua di questa fontanella, le resterà fedele. Lo facevano i fidanzati d'altri tempi, soprattutto quando lui partiva per il militare e la ragazza doveva poi rompere l bicchiere. questo perchè chi beve l'acqua di Roma non può scordarla e ricordando Roma non può dimenticare la ragazza amata.

Che dolcezza...

 

Comunque per chi si chiedesse il motivo di cinque fontanelle nei paragi della fontana più grande e più famosa di Roma, il motivo è quello detto alte volte: una cosa sono le fontane monumentali, altro sono i piccoli nasoni e le fontanelle che dovevano dare acqua alle case e che adesso si "limitano" a dissetare i passanti, turisti o romani che siano.

 

La zona, una volta "consumata" Fontana di Trevi, riserva, a volerlo sentire, un profumo tutto particolare. Prendiamo via del Lavatore, a destra guardando la fontana: apparentemente porta al Traforo ed è piena di chiassosi negozi di souvenir, snack-bar e gelaterie e invece, superato "il blocco", si arriva ad uno slargo dove a destra.... Meraviglia! una piccola salita fra due alti muri con un misterioso grande portone scuro che sembra chiuso da tempo immemorabile: siamo a ridosso del Quirinale, la casa del Presidente della Repubblica, prima dell'Unità d'Italia la casa del pontefice.

E sempre al Quirinale si arriva avventurandosi per Vicolo Scandenberg: una salita (si tratta di un colle dopotutto) e ad un certo punto la scelta, una strada o una scalinata ed è subito Piazza del Quirinale.

 

Se proprio vogliamo fare una cosa curiosa possiamo cercare di percorrere il perimetro del grande palazzo, magari aiutandoci con una mappa; non sarà sempre possibile camminare sotto le finestre del Presidente ma ad un certo punto, dalle parti di via del Tritone, ci accorgeremo di essere a Via Rasella, che è un luogo importante per la storia di Roma.

Ovviamente suggeriamo di rifornirci di acqua ad una delle fontanelle.

 

Buona passeggiata :)

 

 

 

la mappa dei nasoni


accade a Roma


il sindaco Marino

nei luoghi di Ettore

rioni di Roma

percorsi

dove siamo?

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita

soggettive  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio


Montasola

Immagini Cinema