domenica 19 gennaio 2014

           

                                                                                             percorsi

Ponte Sisto e dintorni

A guardare queste mappe ci si rende conto che il centro di Roma č pieno  di fontanelle, che l'acqua, bene prezioso, Roma la elargisce generosamente, che la sete č l'ultimo dei problemi.

Anche in questo spicchio di Roma, da una parta all'altra del Tevere fra Ponte Garibaldi e Ponte Sisto, si fanno pochi passi e i incontra un nasone, Sono dieci in tutto, cinque per ogni lato del fiume.

E che lati.

Da una parte quella strana, silenziosa, solitaria zona intorno al Ministero di Grazia e Giustizia, silenziosa e solitaria perchč troppo vicina all'attraente "rumore" di Campo de' Fiori. Segnalo piazza di San Salvatore in Campo dove abitava un'amica e dove non sembra di essere a due passi dal cuore del cuore di Roma, dalla movida serale, dal mercato.

E dall'atra parte il cuore di Trastevere, quella parte che da sempre percepisco come un unicum.

Molti anni fa capitai ospite in casa di un amico che abitava in Piazza De' Renzi. Non avevo mai passato la notte in una casa del dentro di Roma, era estate, la prima Estate Romana, quella di Nicolini e dei poeti a Piazza di Siena e del Beat '72 che si incontrava al bar dell'Arco di San Calisto. Dalle finestre aperte si sentivano voci... Il mio amico mi disse che dovevo pensare a Trastevere come fosse un'unica casa e le case stanze e le strade corridoi.

Mi sembra molto bella come percezione, e molto vera: chi vive al centro di Roma sa che i cortili dove affacciano vari palazzetti, sono silenziosi e vanno rispettati. Nessuno alza la voce, nessuno tiene alto il volume della TV, io stessa, dopo una certa ora, ascolto l'audio dei film in cuffia. Solo i turisti nelle prime ore che stanno a Roma sono "rumorosi", poi si accorgono el silenzio e si adeguano. O li facciamo adeguare.

 

 

Molti nasoni, abbiamo detto. E una fontana a Pazza Trilussa. Ma non una fontanella, una fontana molto importante, il fontanone di Ponte Sisto che chiude la prospettiva per chi arriva da Via dei Pettinari.

Fontana alimentata dall'acqua Paola e costruita nel 1623 per papa Paolo V Borghese.

E che č uno dei monumenti peripatetici di Roma: era collocata esattamente dall'altra parte del ponte, proprio alla fine di Via dei Pettinari, sulla facciata dell'Ospizio dei Mendicanti, demolito alla fine dell'800 per la costruzione degli argini. La fontana fu salvata e trasferita dove si trova adesso.

 

Buona passeggiata :)

 

la mappa dei nasoni


accade a Roma


il sindaco Marino

nei luoghi di Ettore

rioni di Roma

percorsi

dove siamo?

la cittā futura

c'era una volta

cittā del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita

soggettive  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zčtema

Upter

Cittā del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittā

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio


Montasola

Immagini Cinema