domenica 30 novembre 2014

            

                                                                                             percorsi

A Santa Croce in Gerusalemme

Ci sarebbe tanto da dire ma dato che il taglio di tutti i nostri articoli cerca di essere rigorosamente (pių o meno) personale e soggettivo, dico che questa Basilica e i suoi dintorni li conosco poco.

Non che non ci sia mai andata.

mi č capitato perfino di girare parte di un documentario mai uscito che racconta dei riti della festa dei morti presso la comunitā messicana a Roma che proprio qui a Santa Croce, costruisce la sua "nave dei morti" e per un paio di giorni trasforma la Basilica in un luogo di sincretismo. E devo dire che a me, in quella occasione,  č sembrato di essere sulla sottile lama che separa a luminosa fede cristiana dagli oscuri riti woodoo tanto da comprendere perchč la Chiesa di Roma accetta di ospitare queste cupe tradizioni.

 

E poi Santa Croce in Gerusalemme č lungo la strada fra  San Giovanni e Porta Maggiore, che per anni ho fatto in macchina per andare a via Prenestina dove c'era lo studio di... ma questa č un'altra storia.

Luogo familiare, quindi, ma no frequentato.

 

Cosė mi sona messa a cercare e studiare per conoscere e ho scoperto una cosa davvero curiosa che chiarisce un modo di dire tutto romano; Santa Croce č una delle sette basiliche che i pellegrini dovevano raggiungere a piedi in un giorno. E sono le seguenti:

San Pietro

San Paolo fuori le Mura

San Govanni in Laterano

San Lorenzo fuori le Mura

Santa Maria Maggiore

San Sebastiano fuori le Mura

Santa Croce.

Non in quest'ordine.

 

Il giro delle Sette Chiese si faceva da tempi remoti ma fu rivitalizzato nella seconda metā del '500  da San Filippo Neri che giā mi stava simpatico per la sua capacitā di portare canto, allegria, gioco nell'ambito della preghiera e con questo invito al cammino, si conferma santo creativo e moderno.

 

Pensando alla dislocazione delle basiliche, č chiaro cosa significhi il detto "fare il giro delle sette chiese": fare giri lunghi al limite dell'inutilitā. A proposito di ironia feroce , i romani, per fortuna, non si smentiscono mai

 

Pare che il giro sia lungo circa 20 km. Adesso il giro si fa due volte l'anno, nottetempo, a maggio e a settembre.

Personalmente proporrei un giro diurno artistico-sportivo visto che le basiliche in questione meritano e meritano i luoghi attraversati per raggiungerle e visto anche che 20 km, di buon passo (5-6 km/ogni ora) si fanno in 4 ore, diciamo 5 considerando provvidenziali soste.

E chi č il turista o il romano che gira per lavoro o per diporto che non cammina, cvon piccole soste, per 5 ore?

Lo facciamo?

 

Ah, si, i nasoni...

Intorno a Santa Croce ci sono tre nasoni vicino alle case e una bella fontana rionale sul piazzale della chiesa.

 

Buona passeggiata :)

 

 

la mappa dei nasoni


accade a Roma


il sindaco Marino

nei luoghi di Ettore

rioni di Roma

percorsi

dove siamo?

la cittā futura

c'era una volta

cittā del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita

soggettive  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zčtema

Upter

Cittā del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittā

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio


Montasola

Immagini Cinema