sabato 20 giugno 2015

            

                                                                                             percorsi

Alle Terme di Caracalla

Caracalla....

Le passeggiate, l'andare in motorino o dritti verso l'Appia Antica oppure cercare di non sbagliare per prendere la Cristoforo Colombo a destra e chissÓ perchŔ non c'era un cartello....

E la Festa dell'UnitÓ per anni...

E i matrimoni laici degli amici laici nella sala del Vignola, chiesa sconsacrata di Santa Maria in Tempulo.... 'che quella volta arrivavo in tacchi alti e tubino scollato e motorino e sbagliai e mi trovai dall'altra parte del viale, in una chiesa vera davanti ad un vecchio parroco che, nella sua saggezza, mi indic˛ il posto giusto.

E la domenica mattina tutti quelli che corrono e io che mi sono sempre sentita cosý mollacchiona e pigra con l'unica consolazione ( nel mio caso non si pu˛ nemmeno dire magra) che qualcuno tempo fa ha detto che il footing fa venire l'infarto....

E la toponomastica: Porta Capena e da lý una parallela con un nome ancora pi¨ antico, Viale delle Camene.

Di porta Capena si parlava giÓ ai tempi di Tullo Ostilio, terzo re di Roma, ancora prima delle mura serviane dei tempi di Tarquinio Prisco.

Il nome pare che fosse i origine Porta Camena, perchŔ ingresso alla cittÓ dalla valle delle Camene, il luogo boscoso dove abitava Numa Pompilio, secondo re di Roma dopo Romolo, e dove aveva incontrato e amato, riamato, la ninfa Egeria che per tutto il periodo del suo regno, gli aveva dato consigli.

 

Quando ho studiato architettura a Roma il docente di composizione 3 che aveva scelto l'Appia Antica come luogo per la nostra progettazione d'esame, ci disse: questo, in una metropoli dove per fortuna il verde non manca per vari motivi legati al papato, all'ottocentesca arretratezza, alle proprietÓ terriere delle famiglie papaline e non, in questo punto di Roma accade qualcosa di speciale: il verde dell'Appia, Regina Viarum, si incunea fino al Colosseo, nel cuore della cittÓ, alla faccia delle lottizzazioni, degli abusi, dei palazzinari. Caso unico fra tutte le consolari romane.

 

Io penso che in questo posto bisogna andare in silenzio. Cercando il silenzio, per quanto possibile. Facendo silenzio nel cuore per sentire il lieve rumore della Storia

 

Buona passeggiata

 

angela :)

 

 

la mappa dei nasoni


accade a Roma


il sindaco Marino

nei luoghi di Ettore

rioni di Roma

percorsi

dove siamo?

la cittÓ futura

c'era una volta

cittÓ del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita

soggettive  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

ZŔtema

Upter

CittÓ del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

CinecittÓ

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio


Montasola

Immagini Cinema