23/03/2006      chi siamo scrivici

             amici link

 

ViaVenetoRoma


Comune di Roma


Zčtema


Upter


Atac Roma


LaScatolaChiara


MiniposterCinema


AIG - ostelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                            soggettive

Nuovo PRG di Roma

Gira e rigira, Veltroni l'altra notte č passato alla storia di Roma. Il suo nome sarą accanto a quello di Ernesto Nathan perché č il solo sindaco, dopo Nathan, ad avere un Piano Regolatore approvato dal Consiglio Comunale.

Ma a parte questo evidente merito sul piano della storia e della politica istituzionale, del nuovo PRG a me sembrano interessanti anche altre cose, pił "tecniche".

Questo Piano Regolatore nasce non  solo dal vecchio "zoning" ma anche dalle istanza dei cittadini che sono stati consultati, ascoltati, interpellati. Tecnicamente si chiamano, mi sembra di aver capito, controdeduzioni, a cui si č risposto, che sono state approvate o respinte...

In buona sostanza il Nuovo Piano Regolatore di Roma č stato adottato e poi approvato dopo aver consultato cittadini, associazioni, comitati...

 

Possibile?

Ma era quello che si diceva nelle facoltą di architettura negli anni '70, quando si credeva (e avevamo ragione) che l'architettura potesse rendere migliore la qualitą della vita degli uomini e, salendo di scala, che l'urbanistica potesse dare regole per una cittą migliore, per un territorio pił in equilibrio. E che tutto questo non potesse essere raggiunto senza la partecipazione dei cittadini perchč solo loro potevano riempire di contenuti reali l'asettica progettazione di chi quel territorio quasi sempre non lo viveva pur conoscendolo da un punto di vista scientifico.

L'ho detto (come ho fatto?) in poche sintetiche parole, ma era stata materia di tutto il nostro fermento politico e poetico. Era passione calata nei nostri esami, nei nostri disegni quando non c'erano plotter ma retini, rapidograf, lamette a correggere gli errori e normografi.

E sembrava che tutto dovesse essere frutto di una qualche rivoluzione. E...oplą... presentano questo PRG di Roma ed quello per cui avevamo studiato: partecipazione, cittą policentrica, trasporto pubblico, tutela dell'ambiente, la maggior parte del territorio urbano a verde, risanati gli errori-orrori degli anni '70 (Corviale e i ponti di Laurentino 38)...

Ma č una meraviglia!

 

un ex studente di architettura

 

cerca


soggettive


accade a Roma


la cittą futura


c'era una volta


cittą del cinema


for de porta


antichi sapori


Roma sparita


paroledisindaco