scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti - scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani ... e dintorni - scrivici

 scrivi 

11.12.2007 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                     la città futura

Nuvola: all'Eur posata la prima pietra, centro congressi pronto nel 2010

Sarà simbolo di bellezza nel mondo.

 

La Nuvola di Fuksas "ha rischiato di allontanarsi spinta dal vento e della burocrazia, ma l'abbiamo riacchiappata...". Così il sindaco di Roma Walter Veltroni ha espresso la sua soddisfazione per la posa della prima pietra della 'Nuvola', il nuovo centro congressi dell'Eur, progettata dall'architetto Massimiliano Fuksas. All'inaugurazione, oltre Veltroni e Fuksas, erano presenti Gianni Letta, il presidente e l'amministratore delegato di Eur Spa Paolo Cuccia e Mauro Miccio, gli assessori capitolini ai Lavori pubblici Giancarlo D'Alessandro, all'Urbanistica Roberto Morassut e alla Mobilità Mauro Calamante oltre al presidente della società italiana per Condotte d'acqua Spa Paolo Bruno che si è aggiudicato la gara di appalto.

"Dietro ogni cosa che si fa - ha aggiunto il sindaco - ci sono lavoro, fatica e centinaia di carte passate. Ma quello di oggi è un momento particolare perchè quest'opera ha rischiato molto e non poterla realizzare sarebbe stato un peccato per Roma. Sarà una delle opere più spettacolari di architettura contemporanea, simbolo della buona architettura in tutto il mondo". Il segno della "grande stagione di architettura che sta vivendo Roma: tutti i più grandi architetti stanno lavorando a Roma. Siamo stati fermi per 50 anni, dopo le Olimpiadi, ora in cinque anni abbiamo realizzato l'Auditorium, la Nuova Fiera e ora la Nuvola che sarà un simbolo di bellezza in tutto il mondo: non dico come il Colosseo, sennò Fuksas si monta la testa - scherza il sindaco - ma ha fatto veramente un lavoro straordinario: una nuvola in una struttura, una contraddizione in termini, ma felicemente risolta". Ora parte dunque il cantiere, che dovrebbe chiudersi tra 30 mesi: Veltroni non dimentica il tema della sicurezza sul lavoro: "Gli operai che lavoreranno qui devono avere la garanzia di sicurezza. Più che un invito, è una condizione necessaria".

Il ricordo delle vittime di Torino è anche nelle parole di Fuksas: "Questo è uno dei giorni più belli della mia vita e lo dedico alle quattro vittime di Torino. Costruire un'opera così importante nella propria città, per un architetto è il massimo".

Soddisfatto anche il presidente di Eur Spa Paolo Cuccia: "Dopo la trasformazione dell'Ente in Società per Azioni, abbiamo ritrovato la solidità di bilancio e abbiamo lanciato cinque grandi progetti: la Nuvola è solo il primo".

Il Nuovo Centro Congressi sorgerà su un'area di circa 27mila metri quadrati di proprietà di Eur Spa. L'elemento architettonico principale è rappresentato dalla nuvola, costituita da una membrana di materiale innovativo, che 'galleggerà' in una teca di acciaio e vetro alta 39 metri, larga 75 e lunga 198 e sarà in grado di ospitare complessivamente 8500 persone.
(Apcom)
 


accade a Roma


soggettive

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio