scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti - scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani ... e dintorni - scrivici

 scrivi 

15.06.2007 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                             parole di sindaco

Metro C a Pantano, via libera dal CIPE

Oggi abbiamo ottenuto la certezza definitiva di poter aprire 22 stazioni della Linea C, per 18,5 chilometri, entro la primavera del 2011 nel cruciale percorso che va San Giovanni a Pantano. Il CIPE ha riconosciuto la valenza strategica di questo progetto consentendoci di anticipare di due anni l’entrata in esercizio della tratta esterna. Ringrazio il Governo, e anzitutto il Presidente del Consiglio, con un cenno particolare all’impegno dei Ministri delle Infrastrutture, Di Pietro, dell’Economia, Padoa Schioppa, e del Sottosegretario Gobbo, per questa decisione del CIPE che conferma l’attenzione alle esigenze della città e la valenza nazionale di un’opera che rappresenta il simbolo della modernizzazione della Capitale.

Il nostro lavoro proseguirà per assicurare alla Città l’altra parte della Linea C, già programmata, da San Giovanni a Clodio-Mazzini. Così come proseguirà per assicurarne il prolungamento verso nord, collegando un’importante area della Città con un’adeguata infrastruttura di trasporto pubblico. In questo quadro l’Amministrazione Comunale ha già finanziato la progettazione preliminare del prolungamento della Linea C a Grottarossa lungo la Cassia ed entro la fine dell’anno presenteremo il progetto, con la certezza di avere nel Governo, anche in questo caso, un interlocutore sensibile ai problemi dei cittadini e alla necessità di dotare la Capitale di infrastrutture adeguate alle sue funzioni.
 

walter veltroni 15 giugno 2007

 


Soddisfazione per la decisione del Cipe viene espressa anche dall’Assessore alle Politiche della Mobilità, Mauro Calamante: “La tratta San Giovanni – Pantano, servirà un quadrante della Città fortemente urbanizzato e che soffre di enormi problemi di mobilità da decenni. Per le centinaia di migliaia di romani che ogni giorno si muovono lungo la Casilina e la Prenestina dalla estrema periferia fino a San Giovanni sarà una vera rivoluzione. In questi giorni abbiamo risolto anche i problemi relativi alle stazioni di Giardinetti e Torrenova, con una stazione in più rispetto a quanto previsto. A questo si aggiunge il deposito di Graniti che renderà autosufficiente la Linea C consentendone anche l’automazione ed evitando ulteriori cantieri per realizzare il raccordo con la Linea A verso il deposito di Osteria del Curato. Roma sta vivendo una stagione storica con i cantieri della Linea B1 e gli interventi di ammodernamento della Linea A, ai quali nel 2010 si aggiungeranno i cantieri per la Linea D. La Cura del ferro ideata negli scorsi anni sta entrando nel vivo e gli inevitabili sacrifici che i romani stanno compiendo per fare spazio ai cantieri verranno ripagati.”

 


accade a Roma


soggettive

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio