16.05.2006           chi siamo scrivici

             amici link

 

ViaVenetoRoma


Comune di Roma


Zètema


Upter


Atac Roma


LaScatolaChiara


MiniposterCinema


AIG - ostelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                               parole di sindaco

Tossicodipendenze: prevenzione e reinserimento socio-lavorativo

Grazie a tutte e a tutti per essere qui.

Oggi vi presentiamo un progetto che siamo riusciti a fare anche in questo caso insieme alla Regione Lazio e voglio ringraziare l'assessore Mandarelli per essere qui. Progetto che ci consentirà di fare un'altro piano cittadino per la prevenzione e il reinserimento lavorativo per le tossicodipendenze.

Sono circa 2.750mila euro, saranno ripartiti con un bando pubblico, è un piano gestito e promosso dall'Agenzia Comunale per le Tossicodipendenze e gli obiettivi sono due: prevenzione e reiserimento

Il primo obiettivo, il piano della prevenzione, si propone di utilizzare soprattutto i ragazzi come principali agenti di dissuasione. Credo che sia una cosa molto bella e molto importante. Credo di poter dire noi abbiamo già la percezione del fatto che il fenomeno tende a mutare componete generazionale soprattutto ciò che riguarda le droghe tipo eroina le fasce generazionali sono più spostate in avanti di quanto lo fossero 20 o 30 anni fa; è un fenomeno che ha meno incidenza sui ragazzi più piccoli. E tuttavia siccome si diffondono nuove droghe come l'exstasi e altro, è molto importante utilizzare i ragazzi come quelli che hanno maggiore capacità di  coinvolgimento e di convincimento nei confronti dei loro coetanei.

Il secondo progetto invece è l'idea  di coinvolgere almeno 2000 persone nell'attività preliminare e poi di queste 100 che saranno inserite stabilmente in attività lavorative. Avremo come partners imprese sociali, associazioni di categoria e agenzie per il lavoro ma anche datori di lavoro privati.

Tutti e due i progetti hanno 18 mesi di tempo.

Per il primo progetto pensiamo di educare sostanzialmente 100 ragazzi i quali a loro volta potranno coinvolgere circa 30mila tra compagni di scuola e giovani del territorio tra i 12 e i 24 anni.

Quindi è un investimento molto importante e impegnativo nel contesto della lotta alla droga  che impegna questa amministrazione.

Se posso dirlo mi capita sempre più spesso di incontrare persone che hanno avuto direttamente o indirettamente relazioni con Città della Pieve, con apprezzamento enorme per il lavoro che fanno i nostri operatori

E quindi questa è un'altra delle nostre priorità che viene in campo con i metodo del coinvolgimento dei soggetti che sono nella società, non cose che arrivano dall'esterno o dall'alto ma il coinvolgimento dei ragazzi più giovani.

 

Walter Veltroni - 15 maggio 2006

 

cerca


soggettive


accade a Roma


la città futura


c'era una volta


città del cinema


for de porta


antichi sapori


Roma sparita


paroledisindaco