scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti - scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani ... e dintorni - scrivici

 scrivi 

30.12.2006 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                             parole di sindaco

 

Il Bioparco festeggia i 600mila visitatori l'anno

 

Grazie di essere qui e di essere in tanti.

E adesso farò quello che per tutta la vita o sognato di fare e cioè estrarre un numero e così finalmente come in televisione potrò aggiudicare un premio.
Ma volevo solamente dire una cosa: che oggi per noi e una grande giornata di festa non solo perché oggi è una giornata meravigliosa piena di sole. Adesso non so dire se sia un bene o male che il 30 dicembre ci sia un tempo così perché, a proposito di animali, quando leggo sui giornali che gli orsi quest'anno non sono andati letargo perchè le condizioni ambientali non sono quelle buone, c'è da preoccuparsi; tuttavia per ora gustiamoci la bellezza di fare un capodanno come se fosse primavera.
Ma per noi è una giornata di festa perché oggi festeggiamo il 600 millesimo visitatore al Bioparco quest'anno.
Quando abbiamo cominciato il nostro lavoro nel 2001 c'erano credo 230 mila visitatori l'anno; adesso ce ne sono seicentomila l'anno.
La cosa importante è che il Bioparco si è molto trasformato: è diventato il luogo di un bellissimo centro anziani, è diventato il luogo dove si fa attività per i disabili, diventerà il luogo dove ci sarà un cinema a 3D, a tre dimensioni  dove i bambini potranno divertirsi. Colgo l'occasione per dire ai bambini, ai genitori e alle maestre che abbiamo aperto due ludoteche: una a villa borghese per i bambini piccoli alla Casina di Raffaello l'altra a Villa Torlonia, tecnologica, per i ragazzi più grandi, ma qui dove c'era la casina degli elefanti si aprirà un cinema in 3D..
E poi il Bioparco ha portato gli animali negli ospedali dove ci sono i bambini che stanno male che hanno potuto giocare con gli animali e per loro è stata una cosa molto importante; il Bioparco, è un progetto che stiamo facendo l'assessore Pomponi, andrà nelle periferie della città, dove faremo tanti piccoli Bioparchi  utilizzando delle aree verdi dove ospitare degli animali ma, è la cosa che ci tengo a dire ai bambini, sempre nel rispetto degli animali perché gli animali non sono pupazzi da baraccone, gli animali hanno una loro integrità che dev'essere salvaguardata e un loro rapporto con l'ambiente.
Io quando avevo la vostra età e venivo al giardino zoologico, allora si chiamava così, tornavo sempre casa con una grande tristezza. Mi ricordo che ero diventato amico di una specie di canguro, non so cosa fosse, che stava dietro a delle sbarre e al quale ogni volta che venivo portavo da mangiare perché mi sembrava la quintessenza della tristezza. Come era la quintessenza della tristezza, qui parlo a quelli un pochino più grandi, quei gorilla che stavano dietro quella lastra di vetro e nei cui occhi c'era la nostalgia dei grandi spazi.

Quando abbiamo buttato giù la gabbia delle scimmie è stato un momento molto importante. Io sono molto grato a Monica Cirinnà e a Giovanni Arnone insieme a tutti i lavoratori del Bioparco e insieme a tutte le persone che qui si sono occupate di trovare degli assetti che fossero adatti perché gli animali stessero bene.

Al Bioparco abbiamo aperto un ristorante, abbiano messo a posto l'altro che c'era, si è fatto un grandissimo lavoro e da questo lavoro discendono i 600 mila visitatori. Aggiungo una cosa: anche questo fa parte dello sforzo per fare il turismo di Roma. Stamattina  in ufficio ho aperto la finestra e il Foro Romano sembrava lo Stadio Olimpico, era veramente strapieno di persone, Roma per fortuna è occupata dai turisti.
Una delle ragioni che porta qui i turisti è anche che Roma comincia ad essere finalmente, anche con l'aiuto dell'assessore Lia di Rienzo e dell'assessore Esposito, comincia ad essere una città per i bambini, cioè una città in cui una famiglia può venire con i bambini e questi non devono solamente stare appresso ai genitori a San Pietro o ai Musei Capitolini,  ma possono fare delle cose per loro.

La prossima meta è il parco a tema che vogliamo fare dedicato al cinema, sarà un parco tipo quello a Disneyland, lo faremo a Castel romano e speriamo possa nascere nei prossimi anni, stiamo lavorando e siamo ad un buon punto. Il parco a tema sarà l'altra parte importante di quello che la città fa per i bambini e d'altra parte siamo una città che ha un Consiglio Comunale dei bambini e ci facciamo guidare da loro.

Quindi oggi è una giornata di festa,  l'abbiamo voluta fare con il bambini ma adesso facciamo la festa del Sindaco cioè estrarre il numero del 600 millesimo visitatore è giunto.. Vi faccio notare che l'assessore Esposito ha voluto che i biglietti fossero tutti rigorosamente gialli e rossi, diciamo che sono i colori della città e ce la caviamo meglio... Monica Cirinnà fa la valletta ed io estraggo... 04 che vince... vince un magnifico leone è un abbonamento al Bioparco per il 2007.

E buon anno a tutti.

 

walter veltroni - 30 dicembre 2007

 


accade a Roma


soggettive

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio