04/02/2006      chi siamo scrivici

             amici link

 

ViaVenetoRoma


Comune di Roma


Zètema


Upter


Atac Roma


LaScatolaChiara


MiniposterCinema


AIG - ostelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                parole di sindaco

Righetto: l'edicola a Testaccio compie cento anni

Oggi Roma per Righetto ha messo il vestito più bello. Venendo qui ho visto che sono spuntate le prime margherite, cominciamo a uscire dall'inverno finalmente e entriamo in una fase nuova. E fa piacere essere qui con Righetto per molti motivi. Primo perchè è Testaccio, cioè il cuore del cuore della città. Poi perchè è Righetto che è il cuore del cuore di Testaccio.

Che dire di Righetto? E' energia allo stato puro. è allegria, è serenità;  è come sono i romani. C'è una meraviglia che è del popolo di Roma, dei romani che sono fatti più o meno tutti allo stesso modo; hanno

senso dell'umorismo che è una cosa che serve nella vita,

hanno passione,

hanno grande voglia di lavorare e lo dicono i dati sull'economia Hanno voglia di lavorare e producono ricchezza per se e per il paese.

Righetto ha generosità d'animo, di rapporto con gli altri, come i romani, ha il cuore aperto; Roma da questo punto di vista è una città generosa e solidale. E poi Righetto è una persona che, nel senso buono del termine, "non si fa gli affari suoi", nel senso che si sente impegnato a migliorare le cose. E la città cambia perchè c'è tanta gente, non solo noi che ne abbiamo la responsabilità, che cerca di dar migliorare le cose. Da questa edicola in cento anni è passato di tutto: son passate due guerre, son passate tante pagine di storia, son passate le tante pagine della cronaca, tanti momenti dolorosi tanti momenti belli; la gente che è venuta a comprare i giornali qui avrà gioito comprando un giornale o avrà pianto comprandone un'altro.

Cento anni di storia.

E' come nei film nei quali il luogo è sempre lo stesso e il tempo "Ballando ballando" di Ettore Scola, in cui c'è una discoteca nella quale passa il tempo e si succedono le generazioni. Se qualcuno avesse messo una telecamera nell'edicola di Righetto, avrebbe visto come è cambiato e si è trasformato il quartiere, la città, il mondo, il modo di fare i giornali, il modo di fare comunicazione.. tutto.
Perchè tutto è cambiato e ci sono altre cose che cambieranno. Una cosa che cambierà è il mercato di Testaccio: come avete visto abbiamo trasferito tutto, abbiamo fatto gli scavi archeologici... Testaccio essendo il cuore del cuore di Roma ha il cuore con le radici profonde, quindi qui, poco prima di Righetto, c'era già qualcuno che aveva lavorato e aveva lasciato i suoi segni; e quindi abbiamo dovuto un po' riorganizzare tutto sulla base di queste esigenze di carattere archeologico perchè noi salvaguardiamo quello che in ostri antenati ci hanno lasciato che è un patrimonio per l'umanità; però questo non ci ha impedito di organizzare il cantiere del nuovo mercato che partirà alla fine di marzo e poi in diciotto mesi spero che ci sarà il nuovo mercato in cui ci sarà anche l'edicola.

Colgo l'occasione per dire che adesso tutte le edicole di Roma non sono più come erano prima quando ognuno se la faceva
come gli pareva, sono fatte con una unità architettonica, con una struttura riconoscibile. E questo consente di migliorare il lavoro degli edicolanti e soprattutto di migliorare il decoro della città.

Ma a Righetto questo non c'è bisogno di dirlo perchè questo è una specie di gioiello, sembra tirata a lucido con olio di gomito. Penso che il quartiere voglia molto bene a Righetto, penso che se Testaccio vuole bene a una persona, tutta Roma volendo bene a Testaccio , vuole bene a Righetto e quindi io sono qui per
dirgli grazie per il lavoro che ha fatto e poi ci vediamo per il prossimo centenario.

Walter Veltroni - 4 marzo 2006
 

e Righetto ha risposto "grazie, compagni, grazie (n.d.r.)

 

cerca


soggettive


accade a Roma


la città futura


c'era una volta


città del cinema


for de porta


antichi sapori


Roma sparita


paroledisindaco