scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti - scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani ... e dintorni - scrivici

 scrivi 

11.10.2006 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                             parole di sindaco

Protocollo fra Comune e Unione Industriali per la crescita della presenza femminile nelle imprese

 

Voi mi permetterete di iniziare questo incontro con un ricordo, perchè se non fosse accaduto ciò che è accaduto oggi saremmo qui con Raffaella Alibrandi che è stata protagonista di molti anni di impegno e di appassionata presenza nel segno dell'unione industriali e della città.

Raffaella avrebbe visto coronato un suo sogno qualche settimana fa con la nuova fiera di Roma e oggi penso sarebbe molto contenta di vedere sorgere questa cosa che nacque proprio nei colloqui con Luigi e con Mariella Gramaglia. Quindi vorrei cominciare così, con un po' di nostalgia.

Il senso di questo incontro è quello di cercare di fare un altro passo importante nella direzione di quello sforzo di fare di Roma città del sapere e dell'innovazione che è uno dei caratteri fondamentali della sua innovazione strategica. Dico città del sapere e dell'innovazione perchè sono due dei campi nei quali noi stiamo concentrando sforzi particolari.

Dico città del sapere perchè Roma sta per diventare la prima città italiana che avrà un sistema di campus universitari di primissimo livello attraverso la costruzione dei tre campus universitari che sono ormai in via di progettazione e che sono quello dello SDO, quello di Tor Vergata, quello di Roma3; tra l'altro qualcuno è in via di realizzazione, quello di via Papareschi e credo che cominceremo ad avere delle dotazioni che ci consentiranno anche di stroncare l'orrendo fenomeno del mercato nero degli affitti per i ragazzi che finisce per comprimere ciò che Roma può diventare; perchè nella testa di Luigi e mia c'è sempre stata l'idea che Roma dovesse diventare un posto nel quale si veniva a studiare da tutta Europa perchè se roma unisce la sua bellezza, il suo senso della storia, il livello e al qualità delle sue università con una capacità di accoglienza migliore nei confronti dei ragazzi, veramente l'offerta può essere magnifica. Aggiungo che anche per questo abbiamo deciso che a Tor Vergata di fare la grande città dello Sport.

E poi c'è la Luiss, e poi ci sono le altre università private, poi c'è il potenziamento del sistema scolastico.. Quindi Roma città del sapere.

Ma anche città dell'innovazione, città proiettata verso l'affermazione piena di una delle caratteristiche fondamentali della sua nuova identità, la città degli stages, la città dell'innovazione: Per questo per noi è importante il progetto Galileo e speriamo di poter avere il sostegno necessario perchè il progetto possa essere una delle realtà della nuova città; per questo anche le piccole cose, il wireless, il pagamento degli autobus con gli SMS, il pagamento delle multe in internet, per questo un portale funzionante come quello che abbiamo ma per questo sopratutto il polo tecnologico che è una realtà della città e che sta diventando un luogo importante, un incubatore di questa innovazione che trova e che troverà sempre più nella città di Roma il suo punto di riferimento.

Da questo punto di vista il protocollo che firmiamo oggi è la saldatura di queste due dimensioni, cioè l'idea che molte ragazze della nostra città, che studiano nella nostra città e che fanno un'esperienza universitaria importante,  poi possano trovare un ponte in un percorso di formazione e un approdo, per quanto temporaneo,  misurato sul proprio talento e sulle proprie capacità, negli stages formativi dell'unione industriali.

Queste tre dimensioni: sapere, formazione ed esperienza di lavoro sono, mi pare, la caratteristica fondamentale del progetto del quale oggi parliamo, progetto del quale con Mariella Gramaglia siamo moto grati perchè viene dall'attenzione che l'Unione Industriali Romani ha sempre avuto rispetto a questo tema; fin dall'insediamento di Luigi Abete è stata indicata come scelta prioritario dell'Unione Industriali a Roma, è una delle scelte prioritarie dell'Amministrazione Comunale

Concludo dicendo solamente questo. Questo è un paese che ha bisogno di innovazione. ha bisogno culturalmente di innovazione, ha bisogno di avere voglia di futuro, di non aver paura del futuro, ha bisogno di guardare con fiducia anche alle sfide, è un paese che non si può muovere solo sui terreni certi,  perchè a forza di andare avanti sulle certezze, questo paese rischierà alla fine di genererà una specie di paralisi della capacità di produzione di sapere, di ricchezza, di lavoro, diventerà una gigantesca macchina fatta per pagare degli stipendi per tutte realtà che faranno fatica a fare le cose. Allora da questo punto di vista o ogni sfida di innovazione è vissuta almeno in questa città, con grande interesse e partecipazione. Per questo voglio ringraziare Luigi Abete perchè facciamo un altro passo importante verso quella innovazione della città che è una delle nostre scelte prioritarie: la occupazione delle imprese femminili a Roma.

Posso dire solo questo: che roma è la prima città per tasso di crescita delle imprese femminili. che a roma le imprese femminili sono cresciute di quasi il doppio di quanto siano cresciute nel resto del paese, 6,7 in due anni contro il 3,8. che il tasso di occupazione femminile a Roma è pari al 62,4 contro il 57,5 in Italia.

Grazie a tutti

Walter Veltroni - 9 ottobre


accade a Roma


soggettive

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio