scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti, scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani - scrivici

 scrivi

             chi siamo

domenica 21 ottobre 2012

           

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                                                       percorsi

Piazza San Silvestro

 

A fare una ricerca, le prime pagine web che appaiono raccontano della nuova piazza  e delle polemiche che si sono generate.

Insistendo forse si riesce anche a saperne di più sulla storia, anzi sulle "storie" di piazza San Silvestro; perchè c'è una storia antica, ufficiale, e una più recente fatta del quotidiano e delle abitudini dei romani da più di un secolo.

 

Quella che ci è sempre sembrata una piazza "di risulta" un quadrato rimasto vuoto forse per caso, invece ha una sua storia di non poco conto.

Tanto per  cominciare, al tempo dell'imperatore Aureliano, qui sorgeva il Tempio del Sole costruito nel 273 d.C.; sotto i suoi portici erano custoditi i vina fiscalia, il vino destinato alla distribuzione gratuita.

 

Il nome attuale è riferito alla chiesa di San Silvestro che era stata costruita sui resti della casa di due fratelli, entrambi diventati pontefici nell'VIII secolo, Stefano II e Paolo I e per questo all'epoca la piazza veniva anche chiamata "Catapauli", un vocabolo mezzo greco e mezzo latino  che significava "presso (la casa) di Paolo". La chiesa si chiama, per la precisione, San. Silvestro in Capite: "capite" perchè qui è custodita la testa (il capo) di San Giovanni  Battista.

 

Molte le ristrutturazioni nel corso dei secoli fino all'attuale aspetto frutto di una grande ricostruzione fatta da Carlo Maderno nel 1594, ricostruzione che non ha toccato il bel campanile che era stato costruito tra il XII e il XIII secolo. Accanto alla  chiesa, il monastero dove fin dal 1277 ci sono state le monache clarisse e che dopo il 1870 (Roma Capitale), come molti edifici religiosi, diventò di proprietà dello stato che vi collocò l'ufficio centrale delle Poste.e Telegrafi Qualcuno all'epoca disse che questa era la più bella Poste d'Italia. L'edificio attuale è frutto dei lavori fatti nel 1878.

 

Nel 1886 nella piazza venne collocata la statua di Metastasio,  E' una delle tante statue peripatetiche romane visto che nel 1910 venne trasferita in piazza della Chiesa Nuova, collocazione scelta perchè Metastasio era nato lì vicino, a via dei Cappellari.

In quel periodo la piazza si è "allargata", finendo per inglobare Piazza S. Claudio davanti all'omonima chiesa, per effetto dei lavori di trasformazione di Via del Tritone che prima era una stradina tortuosa ed è diventata un importante rettifilo, come voleva l'urbanistica della nuova capitale d'Italia.

 

E poi c'è la storia dei romani perchè Piazza San Silvestro, fin dalla fine dell'800, è sempre stata un capolinea importante: nel 1890 fu il capolinea della prima rete tramviaria di Roma e da quel momento generazioni di ragazzi, amici, fidanzati si sono dati appuntamento al capolinea per poi andare a passeggiare nel centro di Roma.

                              Anche io, ovviamente.

 

I lavori di pedonalizzazione hanno eliminato le storiche pensiline e mi chiedo se non dovremmo considerare "storiche"anche quelle, compresa la funzione. Ed è nata una piazza con trecento sedute sulle panchine di marmo inutilizzabili in estate perchè essendo la piazza molto molto grande, è sempre sotto il sole.

 

Personalmente, a parte gli appuntamenti con gli amici al capolinea, Piazza San Silvestro l'ho sempre frequentata per via delle Poste e le Poste le ho viste trasformarsi. E trovavo molto comodo prendere gli autobus al capolinea perchè c'è la possibilità di sedersi (adesso le stesse linee transitano dalla fermata all'inizio di via del Tritone). Francamente non so se mi piace questa nuova piazza. Direi che forse non se ne<sentiva il bisogno visto che intorno di piazze ce ne sono molte e tutte molto belle.

 

 




angela :)

 


accade a Roma


percorsi

dove siamo?

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita

soggettive  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio


Montasola

Immagini Cinema