06/12/2005       chi siamo scrivici

             amici link

 

ViaVenetoRoma


Comune di Roma


Zètema


Upter


Atac Roma


LaScatolaChiara


Archivio

immaginiCinema

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                       la città futura

Nuovo Piano Regolatore - Approvate anche le controdeduzioni.

E' come andare di nuovo a scuola, oggi ne ho imparato una nuova, per quanto fosse intuibile che uno strumento importante come il PRG non è operativo nel momento il cui il Consiglio Comunale lo adotta. Subito dopo questa fase c'è il tempo perchè pervengano le osservazioni da parte di Cittadini, Associazioni, Comunità organizzate e "quant'altro" (come mi irrita questo termine! sembra di stare davanti ad un carabiniere... lo avremo preso dalla folla di marescialli, poliziotti, finanzieri, guardie costiere, distretti, squadre di televisiva origine?)

Di osservazioni al PRG ce ne sono state 7.040 (gulp) e ne sono state accolte 1.805; su questa base sono state approvate le controdeduzioni che vanno a definire maggiormente il PRG.

 

In sintesi le priorità sono l'ambiente, la mobilità e la necessità di fare fronte all'emergenza casa. 

Per quanto riguarda la mobilità gli attuali 482 chilometri della rete di trasporto della capitale diventeranno 597, grazie all'utilizzo di quattro linee metropolitane e tre passanti ferroviari, con 298 stazioni, al posto delle odierne 168.

 

Il problema rappresentato dall'emergenza abitativa potrà essere in parte risolto dall'immissione sul mercato di 108.897 nuove abitazioni, che dovrebbero soddisfare la domanda di abitazioni prevista per il decennio 2001-2011. Di queste, 25mila, (ovvero 68mila stanze), saranno destinate all'edilizia residenziale pubblica.

 

E infine l'ambiente: Roma avrà 8.000 ettari in più di rete ecologica, Inoltre l'insieme dei parchi e dell'agro romano è stato ampliato e passa da 82.800 ettari a 87.800. Sale così al 68% la quota di territorio comunale riservata a verde. Nel piano si prevede un'estensione delle aree agricole, cresciute di circa 350 ettari. L'idea guida per questo settore è la realizzazione di 'parchi agricoli comunali', all'interno dei quali sia possibile – senza limitazioni – praticare agricoltura, oltre a sviluppare attività economiche complementari, ovviamente compatibili con l'uso del territorio.

"In particolare - ha annunciato Veltroni - si realizzeranno due nuovi parchi, uno a Casal del Marmo di 350 ettari e uno ad Arrone-Galeria di 7783 ettari"

 

E adesso? Adesso il tutto passa ai Municipi, ci sarà il dibattito nelle Commissioni consiliari, si produrranno le controdeduzioni dalle osservazioni dei Municipi, alla fine il dibattito in Consiglio Comunale e finalmente l'approvazione del Piano Regolatore Generale e il conseguente invio alla Regi9one Lazio.

Tutto entro il 2006
...fiuuuuuuu... ce l'ho fatta.
J

cerca


soggettive


accade a Roma


la città futura


c'era una volta


città del cinema


for de porta


antichi sapori


Roma sparita


paroledisindaco