scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti - scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani ... e dintorni - scrivici

 scrivi 

19.08.2009 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                     antichi sapori

Le polpette di pollo

Sono arrivate a tavola e disgraziatamente ero dalla parte sbagliata perchè ne ho assaggiata solo una e ....poff! erano sparite.

Così ho chiamato la signora Franca, lei mi ha rivelato un segreto che penso debba rimanere tale, poi mi ha dato anche la sua ricetta, io l'ho modificata leggermente perchè sono una ghiottona ed ecco le polpette di pollo

 

Non sono esattamente come le polpette di carne: la carne del pollo non solo è di sapore più delicato di quella di manzo ma è anche meno grassa. Significa che avrà bisogno di ingredienti più lievi da una parte e, che, dall'altra parte, leghino meglio.

 

Andremo al supermercato a compreremo un pollo intero e intero lo metteremo a lessare.

La signora Franca lo lessa in acqua e sale, io lo lesso nel brodo vegetale senza glutammato con l'aggiunta di un cucchiaino di curry, perchè poche spezie esaltano il sapore del pollo come il curry.

 

Una volta lessato, lo scoleremo tenendo da parte il brodo.

Come perchè? perchè qui non si butta niente, perchè è troppo buono, perchè troppe minestrine potremo fare specie se tutto questo accade nelle sere da ottobre in avanti.

Una volta che il pollo si sarà raffreddato, lo spolperemo ben bene tenendo per le polpette solo la carne.

La signora Franca a questo punto passa la carne nel frullatore; io ho visto che si può sbriciolare anche semplicemente con le mani.

Per la carne di un pollo aggiungeremo:

due uova intere

quattro cucchiai di grana padano

quindici fette di pan carrè (quasi una intera confezione) rigorosamente private della crosta e sbriciolate con le dita

una generosa spolverata di curry (la signora franca adopera la noce moscata)

 

Se l'impasto non lega, aggiungere un po' del brodo che avremo conservato.

 

Se abbiamo preferito tenere da parte i succosi petti di pollo, crudi o lessati per piatti più importanti, o se avremo comprato il più economico pollo spezzato, allora le fette di pancarrè saranno sette-otto

 

Impastare tutto, formare delle polpette, schiacciarle un po', friggerle in olio ben caldo.


 J

 


accade a Roma


soggettive

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita  


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio