scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti, scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani - scrivici

 scrivi

             chi siamo

martedė 05 aprile 2011

           

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                           fuori porta

Pomezia

Pių di un mistero si aggira per le strade di questa cittadina: che male hanno fatto gli abitanti per essere cosė maltratti sul piano dei pubblici trasporti?

Vediamo un attimo.

Pomezia dista da Roma circa 25 km, come dire la stessa distanza di Ciampino, Ostia...

Ma, e qui viene il bello, non ci sono treni. O meglio, ci sarebbe la stazione di Pomezia - Santa Palomba; peccato che dista sette km dal centro di Pomezia.

Considerato che Pomezia si č molto sviluppata con insediamenti industriali con la Cassa per il Mezzogiorno, uno si aspetterebbe che dalla stazione al centro della cittā ci fosse una navetta, considerato anche che i treni hanno la frequenza di uno ogni ora e quindi nemmeno troppo ravvicinata da richiedere chissā quale servizio forsennato.

E invece no, c'č un pullman della locale ditta privata che passa ad intervalli di ore (tipo uno alle dieci del mattino, l'altro alle 15 del pomeriggio...)

Restano le autolinee dalla Metro Laurentina che ci mettono poco pių di mezzora. Mas, attenzione, dipende da dove si deve andare perchč alcune linee passano dal centro cittā, altre si fermano sulla Pontina che costeggia la cittā, altre ancora non ho capito bene dove...

E la cittā č praticamente prima di un servizio di autobus.

 

Aggiungo un'altro dato: prendere l'autolinea da Roma č comodo perchč si sale al capolinea. Prenderla al bivio con la Pontina per tornare indietro č tutt'altra faccenda perchč il pullman arrivano da Ardea, da Torvajanica... e arrivano pieni, cosa che smentisce la logica conclusione che a Pomezia girano tutti in macchina. Mistero.

 

Resta a monte da spiegare il mistero della distanza fra cittā e linea ferroviaria. La linea ferroviaria per Nettuno č datata 1889. Pomezia č stata fondata nel 1939, cioč 50 anni dopo. Per quale motivo, visto che l'importanza delle vie di comunicazione per lo sviluppo delle cittā č cosa nota dalla notte dei tempi (tutte le cittā sono sempre nate intorno ai fiumi, chissā come mai...), i fondatori collocano Pomezia a sette km dalla "strada ferrata"? Posso capire che nel 1939 forse giusto Nostradamus poteva immaginare la Cassa per il Mezzogiorno, ma anche fosse stata pensata, Pomezia, come borgo agricolo, ma che? la ferrovia faceva male ai raccolti?

Mistero.

Per il resto Pomezia ha un cuore storico datato anni '30 che ricorda, come Sabaudia e altre cittā "di fondazione", i quadri di De Chirico, pulita architettura del Movimento Moderno che ritroviamo in tante stazioni (Anzio, Nettuno...) e in tanti edifici postali (piazza Bologna...).

E poi tutto intorno tutta la possibile esibizione delle palazzine anni 50, anni 60, anni 70, anni 80...

Difficile esprimere un giudizio. Io so solo che a Pomezia, quando ci vado per lavoro, cammino e cammino e aspetto e aspetto. E non so mai se sono felice o profondamente abbattuta. 

 

angela :)

 


accade a Roma


soggettive

la cittā futura

c'era una volta

cittā del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zčtema

Upter

Cittā del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittā

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio


Montasola

Immagini Cinema