scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti, scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani - scrivici

 scrivi

             chi siamo

domenica 18 luglio 2010

           

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                           fuori porta

Venezia - Il Redentore - 2010

 

Caro Raffaele,

mi sembra siano passati mille anni e sono solo nove...

Te lo ricordi? Sì che te lo ricordi. Manlio a Udine presentava il suo primo film, io ero arrivata un po' a sorpresa e la sera al ristorante, dopo la proiezione, ci siamo conosciuti, finalmente, dopo aver tanto sentito parlare di noi il nostro comune amico.

Ed eri così speciale e divertente che il giorno dopo sono venuta a trovarti a Venezia all'Ostello dove lavoravi. Il Redentore aveva consumato i suoi fuochi la notte prima ma il ponte di barche era ancora lì. E per venire alla Giudecca l'ho fatto sotto un sole... chè non riuscivo nemmeno a guardare altro che i piedi sulle assi rivestite di panno... rosso? non ricordo nemmeno il colore,ricordo solo il caldo e quanto pesava la borsa.

Ma che serata, Raffaele! Io col computer al tavolo d'angolo della sala dell'ostello a lavorare ad un progetto che riguardava il "mio" Tevere, tu che venivi ogni tanto a dirmi che ancora un po' e avremmo cenato insieme, appena finito di sfamare i ragazzi e sistemato il bar e la cucina per le colazioni l'indomani.

E poi l'Harry's Dolci per il bicchiere della staffa e ancora Venezia e chiacchiere e risate fino all'alba quando mi sono ritrovata alla stazione, appoggiata alla borsa del computer ad aspettare il primo treno per Roma, senza aver dormito.

La prima di tante magnifiche serate e notti con un magnifico amico con cui non mancavano argomenti, un pozzo di cultura e ironia e vita.

Mi manchi moltissimo e oggi che è praticamente l'anniversario di quando ti ho conosciuto, la sera dopo i fuochi del Redentore, i fuochi registrati ieri sera da altri da altri e trovati su Youtube, te li dedico.

Dopo un po' da quando non ci sei più, ho imparato a non chiamarti con tanta forza perchè non è giusto strapparti al tuo paradiso.

Ma forse vedere i fuochi ti farà piacere.

Ti abbraccio.

 

puffo :)

 

 

 


accade a Roma


soggettive

la città futura

c'era una volta

città del cinema

fuori porta

antichi sapori

roma sparita  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zetema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio


Montasola

Immagini Cinema