scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti - scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani ... e dintorni - scrivici

 scrivi 

13.04.2008 

 

 

 

                                                                                                accade a Roma

"Renoir. La maturità tra classico e moderno", al Vittoriano
Fino al 29 giugno, circa 130 opere tra oli, opere su carta e sculture, prestate da importanti musei pubblici e prestigiose collezioni private di tutto il mondo, documentano al Complesso del Vittoriano quaranta anni di attività di Pierre-Auguste Renoir, partendo dal viaggio in Italia nell'autunno del 1881.

L'esposizione "Renoir. La maturità tra classico e moderno", a cura di Kathleen Adler e di un prestigioso comitato scientifico composto dai più importanti studiosi di Renoir del mondo, intende infatti presentare l'opera del maestro francese alla luce degli studi più recenti, che prendono in esame gli anni ricchissimi della sua maturità stilistica.

E' Renoir stesso a descrivere il proprio stato d'animo all'inizio degli anni ottanta, alla vigilia del viaggio in Italia: "Avevo spremuto l'impressionismo quanto più potevo ed ero giunto alla conclusione che non sapevo né disegnare né dipingere. In una parola, l'impressionismo era, per quanto mi riguardava, un vicolo cieco". I mesi, tra l'ottobre del 1881 e il gennaio del 1882, che trascorrerà nel Bel Paese, attraversandolo da Venezia alla Sicilia, gli consentiranno di riflettere molto sulla propria poetica e di ridefinire il proprio stile, alla luce degli importanti esempi della tradizione classica e dell'arte italiana.

Oltre a presentare il viaggio italiano come un momento focale, la mostra intende dimostrare la varietà e diversità di tecniche e soggetti scelti dall'artista nella sua opera. Renoir, straordinario ritrattista, brilla in mostra per le splendide immagini di donne, ma anche, analizzando la carriera del pittore nella sua interezza, si può scoprire un artista molto più complesso, che subisce la seduzione della natura in ogni suo aspetto: dal fascino del mazzo di rose su un pianoforte fino a quello dei favolosi panorami francesi, tra Sud della Francia e Champagne.

La Mostra nasce sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana, con il patrocinio del Senato della Repubblica, della Camera dei Deputati, del Ministero Affari Esteri, del Ministero Pubblica Istruzione e dell' Ambasciata di Francia ed è promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dal Comune di Roma - Assessorato alle Politiche Culturali, Assessorato alle Politiche Educative e Scolastiche, Assessorato alle Politiche per la Semplificazione, la Comunicazione e le Pari Opportunità– unitamente alla Regione Lazio – Presidenza e Assessorato Cultura, Spettacolo e Sport. La rassegna è organizzata e realizzata da Comunicare Organizzando di Alessandro Nicosia.
Sponsor: Gioco del Lotto - Lottomatica, UniCredit Banca di Roma, Poste Italiane, Finmeccanica, Ferrovie dello Stato.
 

dove: Museo del Vittoriano

periodo: fino al 29 giugno

biglietto: € 10,00
orario: dal lunedì al giovedì 9.30 –19.30; venerdì e sabato 9.30 – 23.30; domenica 9.30 – 20.30

informazioni: 06 6780664


 


accade a Roma


soggettive

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio