scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti - scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani ... e dintorni - scrivici

 scrivi 

10.10.2006 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                accade a Roma

Res e "Medici Senza Età"

Grazie ad un accordo fra "Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza Medici ed Odontoiatri" (Fondazione Enpam) ed il "RES – Registro della solidarietà" del Comune di Roma, i medici in pensione svolgeranno attività solidale e di volontariato a favore delle associazioni cittadine.

L'intesa, siglata oggi, prevede infatti che il progetto "Medici Senza Età", gestito dall'Enpam ed attivo da circa due anni, metterà a disposizione del RES la sua Banca Dati nella quale risultano iscritti circa 600 medici in pensione, disponibili ad attività di volontariato.

Il RES riceverà le richieste da parte di quelle Associazioni di volontariato della città che hanno bisogno di una consulenza, di un'assistenza o di un supporto medico per poi interfacciarsi con l'archivio di "Medici Senza Età" al fine di individuare il medico-volontario.

il RES riceverà le richieste provenienti da parte di associazioni, organismi o progetti istituzionali che abbiano la necessità di avvalersi delle prestazioni volontaristiche dei medici e provvederà quindi a trasmettere al Progetto "Medici Senza Età" della Fondazione ENPAM le necessità specifiche indicando il tipo di attività e di progetto nel quale i medici saranno inseriti.

"Medici Senza Età", in base a tali indicazioni, individuerà fra i propri iscritti i medici disponibili, e li fornirà al RES che provvederà a contattarli e ad inserirli nei diversi progetti.

I medici svolgeranno la loro attività in forma assolutamente volontaristica e gratuita, mettendo a disposizione la loro professionalità (sono decine le diverse specializzazioni presenti nella banca dati di "Medici Senza Età") con un gesto concreto di solidarietà.

Pediatri, dermatologi, ginecologi, igienisti, neurologi, cardiologi doneranno il loro tempo e le loro capacità per aiutare e sostenere il lavoro delle associazioni di volontariato impegnate nell'assistenza ai bambini, ali anziani, ali stranieri, alle persone in difficoltà…

"Quella del medico non è semplicemente una professione – ha dichiarato il presidente dell'Enpam Eolo Parodi – ma un impegno sociale e civile. Per questo sono davvero tanti i medici che, conclusa la loro attività lavorativa, desiderano continuare a mettere a disposizione il loro prezioso bagaglio di competenza. Il progetto "Medici Senza Età" è nato per questo motivo, e nell'arco di due anni ha già raccolto le adesioni di quasi 600 medici. Siamo quindi felici di mettere a disposizione anche del RES e della città di Roma questo servizio, e ci auguriamo anzi che altri medici vogliano iscriversi e partecipare alla nostra attività."

"Questo accordo – ha detto l'Assessore alle Politiche sociali Raffaela Milano – riassume perfettamente gli obiettivi per i quali è nato il Registro della Solidarietà: raccogliere le disponibilità da parte dei cittadini per metterle a disposizione di quegli organismi che svolgono attività di assistenza e volontariato.

Per tante realtà del volontariato la possibilità di poter oggi usufruire di un parere medico, di una visita o di una consulenza è davvero preziosa. Ringraziamo l'Enpam per questa partnership, nella convinzione i "medici senza Età" daranno un aiuto reale ed importantissimo in tante situazioni di difficoltà".
 Le associazioni di volontariato ed in generale gli enti che gestiscono progetti sociali e solidali possono contattare il RES per richiedere l'intervento di un "Medico Senza Età". Telefono 060606 – email: info@resroma.it

I medici che vogliono iscriversi alla banca dati del progetto "Medici senza Età" della Fondazione Enpampossono trovare il modulo nel sito www.enpam.it 

__________________________________

Il RES, Registro della Solidarietà, è nato lo scorso febbraio per raccogliere le disponibilità di tutti quei cittadini, gruppi e aziende che desiderano mettere a disposizione le loro capacità e professionalità, le loro risorse e le loro competenze per contribuire alla crescita di una comunità solidale. Attualmente conta circa 4.000 iscrizione individuali e oltre 120 iscrizioni collettive (enti, associazioni, aziende).

L'obiettivo è quello di promuovere la cultura della solidarietà e di valorizzare ciò che ciascuna persona – di qualsiasi età, condizione sociale, provenienza culturale – può mettere a disposizione degli altri

Il Registro della Solidarietà infatti raccogliere, grazie ad uno speciale archivio informatico, le diverse disponibilità e di attivarle quando ve ne è la necessità, divenendo punto di riferimento per tutti coloro che vogliono partecipare alla vita cittadina pur non avendo la possibilità di svolgere un'attività continuativa di volontariato.

Chi può scriversi al Registro della Solidarietà

Davvero tutti. Non esiste cittadino o azienda che non abbia qualcosa da offrire. Il registro raccoglie infatti le disponibilità in termini di competenze professionali (medici, autisti, animatori, artigiani, avvocati, giornalisti, elettricisti, camerieri, insegnanti….) che vogliono mettere a disposizione le loro competenze, anche una tantum, per progetti solidali; ma anche le disponibilità in termini di risorse da cittadini ed aziende (spazi, locali, materiali, utilizzo di automezzi….)

Un artigiano può rendersi disponibile a fare lavori di manutenzione per una comunità di accoglienza, una azienda, in caso di necessità, mettere a disposizione la sala mensa, un pediatra rendersi disponibile a sostenere una casa famiglia per bambini, o ancora un autista, che si rende disponibile una volta al mese per accompagnare in ospedale un anziano che deve fare una terapia medica.

Tutti possono rendersi utili; il compito del RES è proprio quello di incrociare le disponibilità con le necessità.


comunicato stampa


accade a Roma


soggettive

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio