scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti, scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani - scrivici

 scrivi

             chi siamo

mercoledì 08 dicembre 2010

           

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                       la città futura

Riqualificare Roma antica
Ecco il piano da 240 milioni

Interventi per Circo Massimo, Foro, Portico d'Ottavia, Colosseo. Il tutto con 60 milioni già disponibili e altri 180 ancora da trovare per i prossimi anni. Lavori anche al Teatro di Marcello, Campidoglio, Colle Oppio e ai Mercati di Traiano. E nell'ex anagrafe di via dei Cerchi arriva un hotel


La realizzazione del museo della città. Una serie di interventi di restauro sull'area archeologica centrale, a partire da Circo Massimo, Foro e Portico d'Ottavia. E infine il restauro del Colosseo. Il tutto con 60 milioni già disponibili e altri 180 ancora da trovare per i prossimi anni. È il piano di riqualificazione e valorizzazione dell'area archeologica centrale di Roma antica, presentato oggi, tra gli altri, dal sindaco Gianni Alemanno, dal sottosegretario ai Beni culturali, Francesco Giro, dall'assessore alla Cultura, Umberto Croppi e dal sovrintendente Umberto Broccoli.

Il museo della città. Il progetto, pensato dal Campidoglio e dal ministero dei Beni culturali, parte dal museo della città, il nuovo polo espositivo di via dei Cerchi che racconterà tutta la storia di Roma, "Ab urbe condita" fino ai giorni nostri. Un luogo che mira a essere in futuro un vera porta d'accesso alla città. I lavori potrebbero partire nel 2011 e durare sei anni. Nascerà all'interno del restaurato complesso di via dei Cerchi per arrivare al circo Massimo, inserito negli interventi in corso per l'emiciclo sud-est destinati a concludersi a dicembre del prossimo anno e per il quale sono da finanziare ancora altri interventi per 2,9 milioni. Ma per la realizzazione del polo museale, il sindaco non ha escluso l'ipotesi che potrebbero essere reperiti anche investimenti privati, dal momento che nel grande complesso, come contropartita per gli investitori, dovrebbe sorgere anche un hotel. "Per il museo della città contiamo di approvare il progetto in giunta a gennaio. Il finanziamento per la sua realizzazione prevede l'intervento di privati: pensiamo quindi a un progetto in grado di autofinanziarsi grazie alla valorizzazione di una parte della struttura che potrebbe diventare un albergo". Ma interventi e riqualificazioni verranno discussi con i cittadini: è stato infatti attivato da Roma Capitale uno spazio per discutere con i romani che, dal 9 dicembre al 14 gennaio, potranno avere risposte in merito al piano e presentare i propri suggerimenti.

Riqualificazione del Circo Massimo, Portico d'Ottavia, teatro Marcello, foro e Campidoglio. Il progetto di riqualificazione e valorizzazione dell'area archeologica centrale della Capitale riguarderà monumenti come il Circo Massimo (6 milioni), il teatro di Marcello e il Portico d'Ottavia (11 milioni, oltre agli 1,5 già finanziati), i Fori imperiali compresi gli interventi di consolidamento e risanamento della basilica Ulpia e di illuminazione definitiva (il cui bando sarà effettuata nei primi mesi del 2011) per un totale di circa 6,5 milioni. E ancora: il Campidoglio con il recupero dell'ex istituto Germanico e con l'allestimento del museo nuovo, il Colle capitolino (13,9 milioni) con il restauro delle pendici della rocca e dei Grottoni, il Colle Oppio con la riqualificazione delle sette sale, dell'esedra delle terme di Traiano e del criptoportico e i mercati di Traiano con il restauro del grande emiciclo. "Si tratta di una grande salto di livello - ha spiegato Alemanno - l'area archeologica diventerà un unico sistema che cancellerà le divisioni e barriere. Ci sarà poi una nuova porta d'accesso all'area che sarà rappresentata dal museo della città che spiegherà tutta la storia di Roma".

Fori imperiali. Entro la fine dell'anno i Fori imperiali avranno una nuova illuminazione. L'annuncio è arrivato dal sindaco: "Abbiamo avuto l'assicurazione dal Commissario delegato per l'area archeologica centrale Roberto Cecchi che il completamento dell'opera di illuminazione dei Fori è previsto in tempi brevi per il concerto di Capodanno, che quest'anno avrà come protagonista Claudio Baglioni". Nel dettaglio, ha specificato il sovrintendente comunale, Umberto Broccoli: "Si mette a sistema l'impianto nostro fatto dal 2009 con quello nuovo del Ministero".

Trattativa aperta con Della Valle per restauro Colosseo e ipotesi pedonalizzazione. Per il restauro del Colosseo, grazie a una procedura negoziata con imprenditori privati, si potrà contare su 25 milioni di euro. Tra questi, spunta di nuovo il nome di Diego Della Valle. "Tra lui e il ministero dei Beni culturali è iniziato il contatto. Siamo ottimisti che i milioni di euro necessari al restauro del Colosseo arrivino da privati. La gara è stata fatta ora chi porta i soldi è secondario, l'importante è che arrivino. Confidiamo che nelle prossime settimane si possa chiudere la trattativa aperta a chi è disponibile. E sappiamo di Della Valle perché ha già mandato una lettera di interesse". Ma è stato il sottosegretario ai Beni Culturali, Francesco Giro, a fissare una prima data: "Entro dicembre si chiuderà la trattativa con l'imprenditore Diego Della Valle sul Colosseo. Certo, potrebbero anche appalesarsi altri imprenditori ma noi chiuderemo la trattativa entro il 2010, anche se sarà Roberto Cecchi a definire i dettagli". Tra l'altro, ha fatto notare il sindaco, la sua è una "sponsorizzazione molto discreta e di livello. Quello sul Colosseo sarà un esempio anche per altri privati che vogliono investire sui nostri monumenti con sponsorizzazioni di alto profilo ma non invasive".

Alemanno ha poi precisato che verrà realizzato uno studio sul traffico prima della pedonalizzazione dell'area del Colosseo. "Subito dopo sentiremo i cittadini con una consultazione o un referendum. Così Roma avrà due grandi poli di pedonalizzazione: quello del Tridente e quello per l'area archeologica", ha sottolineato il primo cittadino. Giro ha anche commentato il bilancio del lavoro svolto in questo ultimo anno e mezzo all'interno del commissariamento dell'area archeologica di Roma e Ostia antica. In 18 mesi, ha sottolineato il sottosegretario ai Beni Culturali, "abbiamo combattuto con successo il degrado che aveva colpito proprio quest'area. Abbiamo messo in sicurezza strutture importanti al Palatino che rischiavano fenomeni di cedimento e abbiamo aperto settori chiusi da 50 anni. Un grande lavoro raggiunto anche grazie all'impegno del commissario Roberto Cecchi che ha elaborato anche un sistema di monitoraggio che ci permette di valutare le zone di criticità e che culminerà nel restauro del Colosseo".

Sull'ipotesi di adoperare nel modo migliore possibile il patrimonio pubblico presente in Italia, è intervenuto il sottosegretario al ministero dell'Economia, Luigi Casero, in aula al Senato in sede di replica sul ddl stabilità. "Potrebbe essere utile e interessante l'idea di creare una grande società che possa utilizzare la dismissione di questo patrimonio pubblico e, nel frattempo, attraverso le emissioni di titoli di debito, avere i fondi per poterlo pagare. È una manovra - ha spiegato Casero - che richiede a tutti la volontà di fare questa operazione, in modo che parte del patrimonio pubblico diventi privato e che gli introiti di questo patrimonio pubblico si mettano a disposizione della crescita dello Stato".


Valeria  Forgnone per Repubblica - 07 dicembre 2010

 


accade a Roma


soggettive

la città futura

c'era una volta

città del cinema

fuori porta

antichi sapori

roma sparita  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zetema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio


Montasola

Immagini Cinema