scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti, scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani - scrivici

 scrivi

             chi siamo

domenica 01 gennaio 2012

           

A tutti gli amici e agli innamorati di Roma:

scrivete,

facciamo che questa lista si allunghi.

 

Buon anno a tutti

----------------------------------------

Voglio che il nostro Paese e Roma nostra siano vissuti da persone che sanno che cosa significa amare e capire il posto in cui viviamo.

Che il nuovo anno porti tanta saggezza ed onestà in tutti quelli che ci governano e, non di meno, al cittadino italiano che gode del privilegio di essere tale. Auguri Italia, Auguri a noi tutti.

Enricom.

----------------------------------------

 

Augurarsi che scompaia il sindaco di Roma, autonominatosi amministratore unico delle nostre paure e che ha ridotto la città al set perpetuo di Romanzo criminale, che ha involgarito la città disseminandola di ridicoli angeli con tromba, che ha promosso l’assunzione di amici e conoscenti (439 al Campidoglio, 684 all’Atac, 1.518 all’Ama, 435 all’Acea, 227 a Risorse per Roma e tutti in posizioni apicali) che ha impoverito i cittadini sciupando i soldi per accattivarsi il Vaticano (ad esempio portando piccoli romani a vedere il gatto con gli stivali… ma solo quelli selezionati dagli oratori), e con lui la presidente della Regione Lazio che avvilisce il genere femminile con la sua grossolanità rimpannucciata di abiti costosi, e tutti i laziali con le concessioni di gaudenti vitalizi, tagli alla sanità, oltre a benefici da stato pontificio per sé e sua madre che sono palpabili ai romani residenti tra la Piramide e l’Aventino.

Tiziana Ficacci -  www.nogod.it  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                       la città futura

Nel 2012

 

Nell'anno che viene voglio una città diversa da quella che sto vivendo. Non che Roma mi abbia delusa. Al contrario Roma mi innamora sempre e sempre e ancora sempre.

E proprio come per un innamorato, per Roma voglio tutto il bene e il bello. E dunque voglio...

 

Voglio che torni ad essere una sicura: è di pochi giorni fa il 33esimo morto in città per episodi di violenza, più di uno al mese. E non voglio nemmeno immaginare quante aggressioni a donne e ad omosessuali, quanti scippi, quanti furti... Non dico che "prima" tutto questo non accadeva, ma "prima" i numeri non erano questi.

 

Voglio che si investa in progetti per la città: sono tempi di crisi e capisco ma per i grandi lavori i fondi erano stati già stanziati; eppure sono mesi e mesi che non sappiamo più nulla della città dello sport di Calatrava a Tor Vergata, della città dei giovani agli ex Mercati Generali di via Ostiense... Abbiamo visto solo la nuova stazione Tiburtina e la "nuvola" cresce lentamente.

 

Voglio le metropolitane e fatte bene: la nuova tratta della linea B verso Conca d'Oro è stata presentata ai giornalisti e si attende il collaudo da parte del Ministero dei Lavori Pubblici. Io ho un'amica dirigente proprio in quel ministero e mi dice che il collaudo sarà estremamente problematico. Possibile che nella realizzazione dei lavori ci sia sempre qualcuno che fa il furbo? Non basta guadagnare solo il giusto denaro che immagino non sia neanche poco? E' mia possibile che in questa città un km di metropolitana aumenti in maniera spropositata da quello dell'appalto a quello della realizzazione? cosa si trova nel sottosuolo che rilievi geologici e archeologici non abbiano già scoperto in fase di sondaggio?

 

Voglio meno macchine: lo capisco che è difficile, che Roma è molto grande e che la rete delle metropolitane e ridicola ma so anche di molti cittadini che proprio non rinunciano alla macchina anche se casa e lavoro sono ben collegati, anche se al lavoro non hanno il parcheggio, anche se dopo il lavoro non devono andare da nessuna parte. Al limite capisco i liberi professionisti che magari non svolgono tutto il loro lavoro in ufficio, ma la maggior parte siamo impiegati o commercianti. E allora forse varrebbe la pena di fare uno sforzo per ridurre il traffico.

 

E poi voglio...

che torni la Notte Bianca: non per caso ho scelto quell'immagine, "prima" eravamo capaci di sognare forte fortissimo e spesso i sogni, come per Cenerentola, diventavano realtà.

 

angela :)

 

 


accade a Roma


percorsi

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita

soggettive  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio


Montasola

Immagini Cinema