scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti - scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani ... e dintorni - scrivici

 scrivi 

21.05.2008 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                     la città futura

Roma, 4 nuovi termovalorizzatori

Prima giunta. De Lillo: "Emergenza rifiuti". Lotta all'ambulantato abusivo


di Cecilia Gentile e Giovanna Vitale


«Quattro termovalorizzatori a Roma in cinque anni». È uno dei punti principali contenuti nel programma del sindaco Alemanno approvato ieri in giunta. Il commissario straordinario ai rifiuti, Piero Marrazzo, ne ha previsti quattro in tutto il Lazio e ha scatenato i veti incrociati di ambientalisti e Sinistra arcobaleno. Ora la giunta Alemanno rilancia, annunciando nella sua prima riunione un poker di impianti nella sola capitale.

«La previsione di quattro gassificatori da realizzare nel corso del nostro mandato - spiega il neo assessore all'Ambiente Fabio De Lillo - è stata calcolata sulla base dei rifiuti prodotti e della percentuale di raccolta differenziata praticata a Roma, ancora troppo bassa, che vogliamo incrementare. Dove li realizzeremo? Sicuramente in siti meno impattanti possibile, fuori città. Intanto cominciamo con il primo». De Lillo annuncia un prossimo incontro con Marrazzo «per scongiurare una crisi simile a quella della Campania, che la capitale non può permettersi», ed un viaggio a Brescia, per un sopralluogo al termovalorizzatore premiato dall'università di Chicago come il migliore al mondo.

Non è stata l'unica decisione adottata dall'esecutivo Alemanno. L'assessore al Commercio, Davide Bordoni, ha notificato ai colleghi l'intenzione di partire subito con una serie di blitz contro gli ambulanti abusivi. Per domani è prevista una riunione in via dei Cerchi con il comandante dei vigili urbani e i capi dei gruppi cittadini interessati, Prati e Centro storico in testa: il primo intervento potrebbe scattare già venerdì. Il responsabile dei Lavori Pubblici, Fabrizio Ghera, ha invece chiesto «la verifica su tutti i cantieri per il rispetto dei tempi», l'accelerazione del collaudo del sottopasso dell'Anagnina e dei lavori su via Nazionale, «un piano pluriennale di illuminazione pubblica nelle periferie». E a chi gli domanda se il secondo anello del Gra, prima previsto e poi sparito dal programma di Alemanno, si farà, risponde sibillino: «Perché no?». Salvo poi precisare che «il progetto non è in agenda».
(Repubblica - 20 maggio 2008)

 


accade a Roma


soggettive

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio