scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti - scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani ... e dintorni - scrivici

 scrivi 

23.10.2006 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                accade a Roma

VERSI SPEZZATI

sogni, speranze, dolore, 

rabbia, urla, amore

di donne negate

continuano a vivere

nelle voci delle poetesse

di Portico, 47 

 

“Versi spezzati“ nasce da una riflessione sulla condizione femminile che in questi ultimi anni ha conosciuto vissuti di sofferenza e di umiliazione davvero drammatici in tanti e differenti luoghi del mondo. L’accanimento contro l’identità femminile si sta manifestando in forme articolate e diverse, ma tutte con una comune matrice: la violenza nel voler cancellare i bisogni, la determinazione, la creatività, l’intrinseca necessità dell’essere donne.
Protagoniste di “Versi spezzati” sono donne che non possono vivere liberamente la loro esistenza, ne' dedicarsi all’arte e alla letteratura, che sono o sono state private del diritto fondamentale di comunicare con le parole la visione di se stesse e del mondo.
Leggendo queste poesie si comprende perché vengano percepite come una minaccia e quindi uccise, offese, bandite e costrette a vivere segregate. La consapevolezza ragionata sui mali del mondo, la denuncia asciutta e puntuale della crudeltà del potere e la dolcezza delle soluzioni che scaturiscono dai loro versi per tentare di guarire il mondo dagli odi, dalla prevaricazione, dalla violenza asserita come pratica ormai ineluttabile, sono tali che questi scritti assumono il carattere di un’autentica rivoluzione rispetto ai dis -valori imperanti.
Le poetesse di Portico 47 prestano la loro voce a queste donne negate e lasceranno che l’aria fresca e pulita, il coraggio e l’ironia, le speranze e la forza delle idee possano andare, andare, andare…
Abbiamo voluto inserire alcuni testi delle madri della Plaza de Mayo come segno di una determinazione inarrestabile.
 

dove: piazza Vittorio, portico civico 47

quando: giovedì 26 ottobre . ore 21
info - tel/fax: 06/ 7003901 – segreteria@apolloundici.it - www.apolloundici.it 

il programma

 

comunicato stampa
 


accade a Roma


soggettive

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio