scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti - scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani ... e dintorni - scrivici

 scrivi 

05.10.2006 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                       for de porta

La Via Francigena

 

E' un territorio compreso tra il passo della Cisa e Roma che passa per località come Pontremoli Lucca, San Gimignano, Poggibonsi,  San Quirico d'Orcia, Acquapendente, Bolsena, Viterbo, Sutri, Isola Farnese.

 

Fu Sigerico, arcivescovo di Canterbury, venendo a Roma in visita a Papa Giovanni XV, a descrivere per primo il cammino della via Francigena, destinato a diventare uno dei più importanti percorsi della fede cristiana.

 

Era sorta sulle rovine del sistema stradale romano, utilizzando tratti di antiche strade consolari e nuovi tracciati. Infatti si forma tra il VII e l'VIII secolo dietro la spinta di un fenomeno di natura squisitamente spirituale, i pellegrinaggi a cui è da imputare la ripresa di comunicazioni  a livello sovraregionale.

Per secoli la via Francigena è stata la principale arteria per il traffico tra le due grandi aree mercantili dell'Occidente medievale: il mediterraneo e il Mare del Nord.

Come tutte le strade del medioevo la via Francigena si distinguevano non tanto per la qualità della strada (peraltro molto modesta) quanto per il numero di persone che la percorrevano e che facevano sorgere luoghi di sosta, alberghi e locande.

 

La via Francigena da Canterbury a Roma attraversa circa 1800 città,di cui 150 solo nel tratto fra Toscana e Lazio.

L'idea è di farne un percorso sul modello del "Camino" verso Santiago di Compostela in Galizia, percorso attrezzato anche per il turismo "povero", con un occhio rivolto allo spirito del pellegrino-viaggiatore ricordandosi che chi viaggia a piedi, lentamente, ha l'opportunità di riflettere e, in sostanza, di fare un pellegrinaggio dentro se stesso.

Si pensa, tra Ministero dei Beni culturali, le regioni Toscana e Lazio e i Comuni interessati, di realizzare percorsi differenziati: in automobile, in treno, a piedi, in bici, in mountain-bike e perfino a cavallo.

un po' di informazioni su www.viafrancigena.com

 

Ed ecco il libro: Le soste dei pellegrini lungo la Via Francigena: Toscane e Lazio. La quotidianità della fede, la straordinarietà del viaggio.

Scopo della pubblicazione valorizzare e promuovere i luoghi di sosta dei pellegrini, le "poste" che rappresentano ancora oggi importantissime testimonianze sul territorio che oltre al significato religioso, sono patrimonio storico e artistico per il nostro Paese.

 

Ed ecco un po' di foto tanto per farci venire la voglia di partire:

01 - Pontremoli, veduta del ponte sul torrente Verde

02 - Veduta della Posta di Radicofani

03 - Selciato della via Cassia nei pressi di Montefiascone

J


accade a Roma


soggettive

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio