scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti - scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani ... e dintorni - scrivici

 scrivi 

19.02.2008 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                accade a Roma

Lo stambecco. La curiosa avventura del signore delle rocce

 

Il Signore delle Rocce, lo Stambecco, scende dalle Alpi e fa il suo ingresso nel Museo Civico di Zoologia di Roma, dove il pubblico potrà ammirare rari esemplari perfettamente conservati e scoprire la complessa storia biologica ed evolutiva di questo animale delle nostre montagne.
Considerato una specie ancora largamente diffusa in natura, lo Stambecco (Capra ibex), che fino al XV secolo era presente in tutto l’arco alpino, ha conosciuto periodi di forte crisi, fino a giungere, come nel caso delle popolazioni della Svizzera e delle Alpi centrali, addirittura all’estinzione. La mostra ospitata dal Museo Civico di Zoologia di Roma, sotto l’egida dell’Ambasciata di Svizzera in Italia e dell’Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Roma, nasce da un progetto di due importanti musei scientifici svizzeri, il Museo di Zoologia dell’Università di Zurigo e il Museo della Natura dei Grigioni che, oltre a presentare i risultati delle più recenti scoperte sulla biologia di questa specie, hanno voluto celebrare il successo della sua reintroduzione nelle Alpi svizzere. Una reintroduzione che fu possibile grazie al “prelievo” di alcuni esemplari dal Parco del Gran Paradiso, una volta Riserva di caccia di Casa Savoia. Gli animali furono in realtà trafugati dalla Riserva di caccia reale con la complicità di alcuni bracconieri e furono successivamente reintrodotti nella regione del Graue Hörner del Cantone San Gallo, nelle Alpi svizzere.
Qui, anche grazie ad un’appropriata politica di protezione ambientale, si riprodussero con successo e andarono a costituire la popolazione da cui discendono tutti gli stambecchi oggi presenti in Svizzera.
Nel maggio 2006 la Confederazione Elvetica, a simbolico “rimborso” della sottrazione avvenuta agli inizi del ‘900, ha restituito all’Italia una quarantina di stambecchi, che sono stati reintrodotti nel Monviso, nel massiccio dell’Adamello Brenta e nelle Dolomiti friulane.

Lo Stambecco è dunque una specie che si è salvata grazie alla cooperazione fra due Paesi europei, l’Italia e la Svizzera, che nella catena delle Alpi, la grande ecoregione ricchissima di forme di vita, non hanno voluto vedere una frontiera di divisione, ma un prezioso ambiente in comune da salvaguardare. Quali conseguenze ha comunque avuto il crollo del numero di stambecchi, avvenuto nel XVI secolo, sul patrimonio genetico – e quindi sulle possibilità di sopravvivenza futura – delle popolazioni di questa specie? E quali sono le problematiche connesse con la conservazione della biodiversità attraverso la reintroduzione delle specie scomparse ?

Il Museo Civico di Zoologia di Roma coglie l’occasione di questa mostra per aprire un interessante
CONCORSO PER GLI STUDENTI
Gli studenti che visiteranno la mostra, partecipando alle attività didattiche proposte dal Museo Civico di Zoologia di Roma, potranno concorrere alla vincita di due viaggi in Svizzera, sponsorizzati da Svizzera Turismo e Cisalpino.
dibattito su questi temi di grande attualità. Incontri con esperti di livello internazionale, aperti a tutti, proiezioni di documentari naturalistici, esperienze interattive ed attività educative accompagneranno la mostra e aiuteranno il pubblico a trovare risposta anche agli interrogativi più complessi.

 

luogo: Museo Civico di zoologia - via Ulisse Aldrovandi, 18
periodo: fino al 1° giugno 2008

orario: tutti i giorni, eccetto il lunedì, dalle 9 alle 17.
biglietti: € 6,00

info: 06 6710 9270

web: www.museodizoologia.it 

La mostra sarà accompagnata dai seguenti eventi

28 Novembre - ore 11,30
Sala Conferenze del Museo Civico di Zoologia
Conferenza del Prof. Lukas Keller (Università di Zurigo)

1 dicembre 2007 - ore 11,00
Sala degli Scheletri del Museo Civico di Zoologia
Presentazione del libro “Il Parco Nazionale del Gran Paradiso nelle lettere di Renzo Videsot” del Prof. Franco Pedrotti (Università di Camerino)

28 febbraio 2008 - ore 18,30
Sala Conferenze del Museo Civico di Zoologia
Conferenza del Prof. Sandro Lovari (Università di Siena)

5 marzo 2008 - ore 18,30
Istituto Svizzero di Roma, Via Ludovisi 48
Tavola Rotonda con la partecipazione del Dott. Jürg Paul Müller (Direttore del Museo della Natura dei Grigioni) e del Prof. Franco Pedrotti (Docente Ordinario dell’Università di Camerino).
Moderatore: Prof. Francesco Petretti

3 aprile 2008 - ore 18,30
Sala Conferenze del Museo Civico di Zoologia
Conferenza del Dott. Von Hardenberg e del Dott. Bruno Bassano (Parco Nazionale del Gran Paradiso)


 


accade a Roma


soggettive

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio