martedì 03 gennaio 2017

            

                                                                                             la città del cinema

 

GLI INNAMORATI

Lui che fa il barbiere ama lei che che fa la parrucchiera ma lei ama un altro lui che ha un chiosco di gelati in piazza che la ama ma ancora non si è deciso al grande passo e corre appresso ad un'altra lei che è ancora giovane ma sposata ad un bravuomo più vecchio che fa l'oste sulla stessa piazza. E poi c'è il fratello della parrucchiera che è amico del gelataio e che per arrotondare fa l'attore di fotoromanzi, che ha una attrice che lo ama e lo ama anche la pantalonaia che ha il negozio sempre sulla piazza.

 

La piazza è quella di Montevecchio, nel cuore di Roma, fra via dei Coronari e la Pace.

 

La storia è un po' più intrecciata di quanto lo sarà un anno dopo Poveri ma belli ma il clima è lo stesso: la Roma abitata dai romani che ancora non vogliono avere la casa nuova e popolano il centro storico con le loro botteghe e le loro storie.

Non è più neorealismo e non è ancora commedia all'italiana ma di entrambe mantiene la coralità dei protagonisti, lo spaccato  sociale e la lingua dialettale anche se ammorbidita verso l'italiano.

Qualcuno l'ha chiamato neorealismo rosa.

 

In particolare questo di Bolognini sembra un film che scantona nella sperimentazione: molte situazioni e un montaggio insolitamente serrato per i tempi che anticipa ritmi molto più recenti.

Interessante la stretta relazione fra location e azione. Il film, tranne la meravigliosa sequenza del fotoromanzo di ambientazione orientale girato a Piramide con le palme (citazione divertita de Lo sceicco bianco) e l'immancabile uscita dal carcere di Regina Coeli di uno dei protagonisti,  è tutto girato a piazza Montevecchio, una scelta funzionale all'immagine della città all'epoca: un rione che si divideva in tanti piccolissimi paesi raccolti intorno ad una piazzetta. quasi una rimembranza della insula dei romani.

 

Una chicca.
Il film è stato proiettato per la festa di fine anno al Club Montevecchio, che sta sulla piazza e che nel film forse era la stireria.

 

Magnifico.

 

fiore di cactus :)

 

 

 

Chi si ferma è perduto

Totò e Peppino sono rivali in ufficio. Quando muore il capoufficio fanno di tutto per entrare nelle grazie dell'ispettore che dovrà nominare il successore. E da qui una catena di equivoci e di intrecci uno più divertente dell'altro.

La coppia è ormai consolidata. Da La banda degli onesti (1956), loro primo film, hanno già girato insieme Totò Peppino e la malafemmina (1956), Totò Peppino e i fuorilegge (1956),Totò Peppino e le fanatiche (1958), Letto a tre piazze (1960).
A questo va aggiunto che sono entrambi napoletani e se Totò arriva al cinema con un grande passato teatrale, Peppino viene da una famiglia di teatranti di razza.

Bella la regia di Sergio Corbucci che un anno dopo, sempre con Totò e con un meraviglioso Vittorio De Sica, farà I due marescialli, il primo film che ironizza sulla guerra, sull'occupazione nazista e sulla deporatazionedegli ebrei. Insomma Mel Brooks è di la da venire.

Chi si ferma è perduto non ha molti esterni ma quei pochi Corbucci li colloca in un luogo indeterminato.
Le location però sono tutte romane, dalla stazione ferroviaria dove c'è il cartello Formia ma è in realtà Roma Ostiense, all'ufficio che è un palazzo a San Salvatore in Lauro, alla chiesa del funerale che è San Gregorio al Celio.

Film da rivedere e da gustarselo.


fiore di cactus :)

 


accade a Roma


le fontane di Roma

virato seppia

nei luoghi di Ettore

rioni di Roma

percorsi

quanto sei bella

la città futura

città del cinema

roma sparita

soggettive  

parole di sindaco

il sindaco Marino

dove siamo?

c'era una volta

for de porta

antichi sapori


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio


Montasola

Immagini Cinema