torna a www.iloveroma.it

 scrivi

domenica 28 febbraio 2016

            

                                                                                                               la pittura

Monet - Ca' Dario - Non so da quando aleggia la maledizione secondo la quale Ca Dario porta sfortuna ma poichè riguarda solo i proprietari (e purtroppo ci sono state conferme anche recenti) Monet l'ha potuta dipingere senza timore alcuno. Curioso l'apparente paradosso. Ca' Dario è forse il palazzo con la facciata sul Canal Grande più ricca di dettagli, uno di quei manufatti edilizi...
 

Monet - Palazzo da Mula - Rimando le riflessioni sul carattere dell'impressionismo ad altra occasione che comunque non tarderà a venire per fermarmi invece su un'altra semplice domanda: perchè l'artista decide di dipingere un palazzo apparentemente "minore" considerato che accanto c'è Palazzo Dario. Fermo restando che è impossibile entrare nel cuore di un artista e che l'arte...
 

San Barnaba in lungo - E' un titolo del tutto arbitrario; gliel'ho dato io adesso perchè racconta il motivo della fascinazione che mi ha portata a comprare questo acquarello che è il mio primo e unico quadro acquistato. Non che non ami la pittura. Ma, parlando di piccoli oggetti d'arte, sono incline ad altro; direi a cose tridimensionali: mi regalo...
 

Venezia di Chantal - Questo è stato un colpo di fulmine. Uno dei quadri che avrei voluto dipingere io, uno dei quadri che vorrei possedere.  Sì, certo, Chantal, per altro francese, aveva negli occhi Monet e il suo Palazzo Da Mula. A me però questo dipinto di Chantal mi fa pensare alla visione più vicina all'esperienza di tutti quelli che stanno sul battello e guardano l'acqua del Canal Grande e ...
 

Amaranta - Gironzolando sulla rete ho incontrato la Venezia di Amaranta, una pittrice veronese che, dicono i critici, sembra dipingere per usare il colore, che faccia cioè l'operazione contraria alla pittura che usa il colore. Non entro nel merito ma la sua Venezia la trovo bellissima. Mi ricorda per certi versi i disegni dei bambini e, come tutte le volte che incontro questo stile, mi viene l'allegria
 

Francesco Guardi - Venezia 1712-1793 - Ai tempi di Guardi si era affermato il turismo europeo del Gran Tour; si apre quindi un nuovo mercato dove i viaggiatori vogliono avere un dipinto che rappresenti i luoghi visitati. In questo contesto a Venezia si forma una scuola di vedutisti di cui fa parte Francesco Guardi insieme, fra gli altri, al Canaletto.

 

Canaletto

In realtà si chiamava Giovanni Antonio Canal e quando diventò pittore, lo chiamarono "il Canaletto" per distinguerlo dal padre, pittore anche lui, che dipingeva scenografie teatrali.

La cosa veramente curiosa di Canaletto, pittore del secolo dei lumi, è che in un certo senso...

 

Giorgione

Tiziano

Tintoretto

Bellini

Vasari

Veronese

Tiepolo

Monet

 

veneziando


Comune di Venezia
ACTV
Regione Veneto
Biennale
Musei
IUAV
Ca Foscari


Trenitalia


la città del cinema
pittura
grafica
photo
letteratura


Hugo Pratt