torna a www.iloveroma.it

 scrivi

venerdì 30 agosto 2013

            

                                                                                                          la pittura

Francesco Guardi - Venezia 1712-1793

Ai tempi di Guardi si era affermato il turismo europeo del Gran Tour; si apre quindi un nuovo mercato dove i viaggiatori vogliono avere un dipinto che rappresenti i luoghi visitati.

In questo contesto a Venezia si forma una scuola di vedutisti di cui fa parte Francesco Guardi insieme, fra gli altri, al Canaletto.

 

Al contrario di Canaletto che cerava la riproduzione nitida, Francesco Guardi propone immagini soggettive, evanescenti, che si sfaldano in penombre malinconiche tanto che sembra anticipare la sensibilità romantica.


Romantiche le sue atmosfere ma romantici sono sicuramente i suoi "capricci", composizioni pittoriche fantastiche con rovine architettoniche, colonne e archi romani cadenti spesso in una laguna veneziana che non li ha mai visti.

 

Un magnifico visionario

 



 

veneziando


Comune di Venezia
ACTV
Regione Veneto
Biennale
Musei
IUAV
Ca Foscari


Trenitalia


la città del cinema
pittura
grafica
photo
letteratura


Hugo Pratt