torna a www.iloveroma.it

 scrivi

giovedì 02 luglio 2015

            

                                                                                                          scripta

La morte a Venezia

 

Racconto lungo o romanzo breve che sia, certamente questa è l'opera più conosciuta i Thomas Mann, almeno al grande pubblico sopratutto dopo il film di Luchino Visconti.

 

Pubblicato nel 1912, racconta di quel momento in cui Gustav "von" Aschenbach, noto autore che per meriti artistici ha potuto aggiungere il "von" al suo nome, dopo una vita interamente disciplinatamente dedicata al lavoro, rimasto vedovo, decide di regalarsi una vacanza a Venezia. E' stanco, ha qualche problema cardiaco e vuole riposare.

Prende alloggio al De Bain dove c'è una famiglia polacca tra cui un ragazzino di 14 anni, Tadzio.

E la vita del disciplinato Gustav viene sconvolta perchè Tadzio incarna l'ideale della bellezza classica a cui Gustav, come tutti gli artisti nordici, ha sempre aspirato. L'ammirazione si trasforma in ossessione e in vero e proprio amore che Gustav finalmente riesce a confessare a se stesso.

E intanto a Venezia, immersa nell'afa estiva, scoppia una epidemia.

 

Per chi non lo avesse mai letto...

 

 

veneziando


Comune di Venezia
ACTV
Regione Veneto
Biennale
Musei
IUAV
Ca Foscari


Trenitalia


la città del cinema
pittura
grafica
photo
letteratura


Hugo Pratt