sabato 12 agosto 2017

            

                                                                                             virato seppia

Tor di Nona

 

 

Adesso  sarebbe facile fare un copia-incolla e  cavarmela così con l'articolo appena pubblicato a proposito dei luoghi di Ettore Roesler Franz.

E invece mi  voglio complicare la vita e parlare di fotografia. Il sottotesto è che non voglio sprecare un'occasione per studiare.

Foto della fine dell'800. Evocativa nel suo virato seppia.

Ma il fascino di questa come di altre foto del periodo  - vogliamo parlare di Alinari o dell'archivio Primoli? - non è solo nel polveroso profumo del tempo andato.

Il fascino è nella straordinaria ricchezza di particolari e in quella certa qualità dell'immagine che la rendono quasi tridimensionale. Facciamoci caso: le case sembra vengano fuori dalla foto, sembra che passandoci sopra le dita, si possano sentire come in un bassorilievo.

Non è che tutte le foto dell'epoca siano cosi ma alcune hanno questa particolare qualità.

Non so da cosa è dato. Qualcuno mi ha detto dagli obiettivi che non erano standardizzati come lo sono oggi e avevano lunghezze focali per noi strane.

Forse era dato anche dai processi di sviluppo e stampa, dall'albumina, dai sali adoperati.

Certo è che alcune fotografie sembrano un miracolo. soprattutto considerando che le macchine fotografiche erano  scatole di legno oppure, quelle portatili, fatte da due pezzi di legno uniti da un soffietto in pelle che doveva essere ermetico per non far passare il più piccolo spiraglio di luce.

Fotografie tanto ricche di particolari come questa, che molti a metà '800 pensarono che la pittura fosse morta. E in effetti la fotografia con la sua ricchezza di dettagli, si contrapponeva all'impressionismo che aveva scomposto l'immagine in tante piccole pennellate che non restituivano dettagli ma visione poetica di insieme.

Fotografie tanto dettagliate che non era possibile nemmeno paragonarle alle opere dei vedutisti. Naturalmente la pittura non morì e anzi fu la fotografia ad aspirare di diventare arte.

 

angela ermes :)

 

 


accade a Roma


virato seppia

nei luoghi di Ettore

rioni di Roma

percorsi

quanto sei bella

la città futura

città del cinema

roma sparita

soggettive  

parole di sindaco

il sindaco Marino

dove siamo?

c'era una volta

for de porta

antichi sapori


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio


Montasola

Immagini Cinema