sabato 19 agosto 2017

            

                                                                                             virato seppia

Teatro Tor di Nona

 

Ho l'irresistibile tentazione di raddrizzare questa foto pur sapendo che se è stata scattata così, la storia mi impone rispetto. Ma è più forte di me. Lo faccio? Lo faccio.

 

Fatto.

Ha un bel dire una certa pagina FB: diversamentefotografando che pubblica un paio di foto al mare con l'orizzonte che penda da una parte. Sono foto "storte", avranno anche colori magnifici e luce incantevole ma sono storte. E a me le foto storte mi irritano. E so pure che "a me mi" non si dice.

E so anche che le inquadrature fuori bolla nel cinema servono esattamente a questo, mettere ansia, tensione, disagio. Vedi Psyco. Ma nella fotografia di un edificio che vuole essere documento e non foto d'arte? Diciamocelo: il fotografo che scattava dall'altra parte del fiume dove c'erano i prati di Castello, non era riuscito a mettere in bolla il cavalletto e probabilmente non se ne è neanche accorto. E la foto "storta" racconta e rende eterno anche questo. E forse per questo è tanto particolare.

 

Il Teatro (sparito) Tor di Nona per tutto il '700 e l'800 era stato il teatro più importante di Roma. Fu inevitabilmente sacrificato per la costruzione degli argini ma si decise che il nome non andasse perduto e lo IACP (ora ATER) costruì il nuovo teatro al piano terra di uno stabile di sua proprietà nella stessa zona a un centinaio di metri.

Il nuovo teatro. tuttora attivo, fu inaugurato all'inizio degli anni '30.

Dalle note storiche del suo sito leggo che al vecchio e importante Teatro Tor di Nona "era possibile accedervi sia dall’ acqua che dalla terra."

Mah. Dalla foto non si direbbe ma sulla destra c'è una rientranza dell'abitato, quella potrebbe essere la facciata del teatro e può essere che lì ci fosse un piccolo approdo. Sarebbe stato da una parte molto romantico, molto "veneziano", e dall'altra racconterebbe di un Tevere usato come via di comunicazione non soltanto commerciale.

Una coppia esce di casa, ha prenotato una barca anziché prendere la carrozza perchè il tragitto lungo il fiume è più breve e queste strade di fine secolo stanno diventando molto trafficate. E poi stasera c'è la luna.

Chissà? Magari succedeva proprio così.

 

angela ermes :)

 

 


accade a Roma


virato seppia

nei luoghi di Ettore

rioni di Roma

percorsi

quanto sei bella

la città futura

città del cinema

roma sparita

soggettive  

parole di sindaco

il sindaco Marino

dove siamo?

c'era una volta

for de porta

antichi sapori


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio


Montasola

Immagini Cinema