giovedý 31 marzo 2016

            

                                                                                             virato seppia

 

 

Il ponte di ferro a Ripetta

A Roma prima dell'unitÓ d'Italia non c'erano molti ponti. C'erano i tre ponti romani, Ponte Cestio e Fabricio all'Isola Tiberina, Ponte Emilio che sarebbe diventato Rotto, Ponte Elio e lass¨ a monte Ponte Milvio detto Mollo. A questi, in epoca rinascimentali si erano aggiunti Ponte Sant'Angelo che aveva sostituito Ponte Elio e Ponte Sisto.

Ed era stato proprio Sisto V a pensare e a far progettare un poste qui a Ripetta, ponte che non fu realizzato probabilmente per ragioni strategiche: non era il caso di dare una nuova via di accesso a Castel S.Angelo ad eventuali nemici.

 

Nel 1847 si era costituta la "SocietÓ dei ponti sospesi",  che avrebbe dovuto costruire 4 ponti sospesi: il ponte sospeso di San Giovanni dei Fiorentini, il ponte sospeso di Testaccio, la riattivaizione del ponte Rotto, e il ponte sospeso al porto di Ripetta.

Quest.ultimo era fortemente caldeggiato dai costruttori che avevano cominciato a edificare il nuovo quartiere Prati e ritenevano che un ponte avrebbe dato impulso alla zona.

In realtÓ la SocietÓ dei ponti sospesi riuscý in sette anni a costruire solo la parte mancate di Ponte Rotto cosa che caus˛ la revoca dell'appalto e la costruzione del Ponte di Ripetta fu affidata ad una societÓ belga.

Il ponte fu inaugurato nel 1879 alla presenza di Re Umberto I. Non era sospeso ma poggiato su 10 pilastri cilindrici collegati da un traliccio metallico. BenchŔ piccolo, era dotato di illuminazione a gas ed Ŕ stato, di fatto, il primo ponte ad essere costruito dopo l'UnitÓ d'Italia

Il fatto che la testata fosse proprio al centro del porto di Ripetta (come si vede nella foto), ci fa capire che non solo il porto era stato giÓ dismesso ma che se ne era giÓ decisa la demolizione.

Del resto il ponte doveva essere provvisorio, in attesa che venisse costruito poco pi¨ a valle l'attuale ponte Cavour.

 

Nel 1884 venne acquistato dal Comune di Roma che vers˛ alla societÓ belga la somma di 150mila lire e abolý il pedaggio.

 

Nel 1890 fu teatro di un terribile delitto. Il 9 Luglio un tale Augusto Formilli, che voleva andare a vivere con la sua amante, condusse sul ponte la moglie e la gett˛ nel fiume. La dinamica fu feroce perchŔ la donna si era aggrappata alla spalletta e il marito la picchi˛ tanto da farle mollare la presa: la donna cadde in acqua, anneg˛ e il corpo non fu mai ritrovato.

 

Il ponte venne demolito nel 1901 dopo la costruzione di ponte Cavour inaugurato nel 1896.

I muraglioni intanto avanzavano.

 

verso Prati

 

la piena del 1887

 

angela :)

 

 

 


accade a Roma


virato seppia

nei luoghi di Ettore

rioni di Roma

percorsi

quanto sei bella

la cittÓ futura

cittÓ del cinema

roma sparita

soggettive  

parole di sindaco

il sindaco Marino

dove siamo?

c'era una volta

for de porta

antichi sapori


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

ZŔtema

Upter

CittÓ del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

CinecittÓ

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio


Montasola

Immagini Cinema